Start Blog Seite 729

Speed Skiing: dal 17 al 14 a Vars prove di coppa e mondiali, niente gare a Grau Roig

Saranno recuperate il 17 ed il 18 marzo sulla pista transalpina di Vars le prove di Coppa del Mondo di Speed Skiing annullate la scorsa settimana a Idre Fjall per cattiva innevazione. Le due prove previste in Svezia, si disputeranno invece sulla pista francese che ha dato il via alla stagione e vedranno un nuovo atto della sfida tra Valentina Greggio e la svedese Britta Backlund. Sfida peraltro importante anche perché le prove previste ad Andorra tra il 28 ed il 31 marzo sono state cancellate, sempre per una condizione di innevamento non consona ad una prova di kermesse iridata. La stagione finirà a Formigal in Spagna ad inizio aprile. Il 24 marzo sempre a Vars si assegnano i titoli mondiali, ultimo, atto a questo punto, della stagione.

Sarsilli è pronto a stupire e non vede l’ora di mostrarlo sul ring!

Sarsilli è pronto a stupire e non vede l’ora di mostrarlo sul ring!
Christian Sarsilli, il sedicenne mastino di Vignone e talento dell’ASD Novara Boxe, si è classificato terzo all’International Tournament Dracula Open per la categoria Youth (80 k.g.) al Polivalenta Hall di Arad in Romania. “È stata un’emozione incredibile! – ha dichiarato -“. Esordisce subito con una vittoria per k.o. alla seconda ripresa contro il pugile rumeno Denis Patric Radu, un risultato che ha fatto ben sperare. Dai quarti, il livello è aumentato ma questo non lo ha spaventato. Vittoria ai punti per verdetto unanime contro il pugile in rappresentativa dell’Ungheria Adrian Aloi Tòth. Ma, in semifinale, nonostante avesse espresso un pugilato migliore, un richiamo da parte dei giudici gli è costato la sconfitta ai punti per verdetto non unanime contro il boxer armeno Adamyan Hamlet. I prossimi appuntamenti che vedranno impegnato il giovane campione saranno il raduno con la nazionale azzurra a Roma dal 12 al 21 marzo e prima dell’appuntamento internazionale per eccellenza di quest’anno, ossia i Campionati Europei Youth 2023 che avranno luogo presso la Mika Sport Arena di Yerevan (Armenia) dal 23 al 4 di maggio.

Imprese dell’Alto Piemonte: Motore Italia di Class Editori a Baveno con la Camera di Commercio. Buone le prospettive

Motore Italia 2023: tappa dedicata all’Alto Piemonte al Grand Hotel Dino di Baveno con la Camera di Commercio Monte Rosa Laghi Alto Piemonte.
Motore Italia è il progetto editoriale e di comunicazione di Class Editori dedicato alle piccole e medie imprese che, con il loro dinamismo, assicurano la spinta fondamentale all’economia nazionale, e che sono esempi di capacità e creatività nel manufacturing e nei servizi invidiati all’Italia da tutto il mondo. Focus sul territorio del Quadrante: le aree di Vco, Novara, Biella, Vercelli.

Soddisfazione per l’appuntamento (che si è tenuto in presenza e a distanza attraverso i canali di Class Editori) da parte del presidente della Camera di Commercio Fabio Ravanelli. Con il presidente di FIPE No VCO Massimo Sartoretti il punto sullo stato di salute delle imprese dei pubblici esercizi: dopo una stagione turistica a gonfie vele le prospettive sono rosee, resta il problema, importante, del reperimento del personale.

Dipendenza da gioco d’azzardo: incontro sabato alle 18 al Forum di Omegna

Un momento d’incontro a ingresso libero dedicato alla ludopatia è in programma questo sabato 11 marzo al Forum di Omegna a partire dalle 18.
Ci sarà un dibattito al quale parteciperanno come relatori la responsabile del Serd Asl VCO dottoressa Chiara Crosa Lenz e lo psicologo e docente universitario Mauro Croce. Interverranno anche le psicoterapeute Elena Gabutti e Annalisa Caretti. L’occasione, la presentazione del libro “Pensavo fosse solo un gioco” di Antonio Ciurleo, un libro di storie vere che racconta il coraggio, la forza, la vergogna e l’orgoglio di chiedere aiuto da parte di chi entra nel tunnel del gioco d’azzardo, dal Gratta e vinci alla partita di poker.

Il Disturbo da Gioco d’Azzardo (DGA) non è solo un fenomeno sociale, ma è una vera e propria patologia, che rende incapaci di resistere all’impulso di giocare d’azzardo o fare scommesse in denaro. Ha in comune con la dipendenza da sostanze il comportamento compulsivo che produce effetti sulle relazioni sociali o sulla salute seriamente invalidanti. Una malattia in espansione, anche se non si hanno dati precisi al riguardo, in quanto non esiste allo stato una rilevazione sistematica dei pazienti in trattamento presso i Servizi pubblici per le dipendenze.

Regionali children: oggi gigante allievi e speciale ragazzi, sul podio Bertolio e Pollini Depetris

Seconda giornata dei campionati regionali children al Tonale: disputati oggi i giganti Under 16 ed gli speciali Under 14. Nella prima specialità al femminile va registrato il successo sulla pista Casola Nera di Giulia Mariani del Madesimo, già prima ieri tra i pali stretti. E’ però un grandissimo risultato il secondo posto della portacolori del Revolution Ski race Beatrice Rosa Bertolio, che porta la Fisi del Vco ed il sodalizio ornavassese sul podio. Seguono diciassettesima Marta Bianchin del Goga Trubi e ventiseiesima Alessandra Tabarini di Ossola Ski team. Piazzati nei primi cinquanta anche Martina pagani trentaseiesima e Giulia Brusa trentottesima, entrambi dell’Ossola Ski Team. Quarantacinquesima è Sara Roveda del Revolution. Più indietro Iacchini e Fuoco del Domobianca 365 SkiRace e Casoni del Macugnaga. La gara maschile è andata a Raffaele Monaco dello Sporting Club Livigno. Undicesimo è Giacomo Bellini del Revolution Ski Race, quarantesimo Simone Rubini Schivalocchi dell’Ossola Ski Team, quarantunesimo Federico Giani del Domobianca e quarantaduesimo Emanuele Parianotti dell’Ossola Ski Team. Quarantanovesimo e cinquantesimo sino Francesco Barbaglia e Massimo Carone del Domobianca 365 SkiRace. Vari altri atleti nostrani hanno chiuso oltre le prime cinquanta posizioni, da segnalare le uscite di Fabio Ferraris dell’Ossola Ski Team, uno dei nomi forti, ma anche di Riccardo Vicini del Revolution, di Giacomo VClaisen del Domobianca e di Diego Giacoletti del Formazza. In concomitanza ma sulla pista Roccolo Ventura disputato lo slalom speciale Under 14 ed anche in questa gara podio e piazzamenti buoni per i nostri. Ha vinto Lorenzo Petroni del Borno ma è grande secondo Riccardo Pollini DePetris dell’Ossola Ski Team . Altrettanto ottimo il quarto posto per Andrea Villaraggia del Revolution e buonissima la decima piazza per Filippo Di Lenardo dell’Ossola Ski Team per quattro dei nostri in top ten. Proseguendo ecco diciottesimo Filippo Ronchi del Domobianca, Christian Zanetti dell’Ossola Ski Team c è trentesimo, Riccardo Ciucchi del SanDomenico è trentottesimo, quarantesimo Tommaso Mazzolini del Revolution e quarantasettesimo ha chiuso Vittorio Di Nozzi del Gozzano. Tra gli atleti che non hanno terminato la proba anche Matteo Ciapponi del Revolution e Nicolò Porta del Goga Trubi. Tra le ragazze successo per Carlotta Pedrolini della Skiing Asd, buon nono posto per Giorgia Trecchi dello Sci Club Gozzano. Diciannovesima è Anna Azzurra Dolci del Revolution, ventesima Andrea Yade Borsotti del Formazza e ventiquattresima la compagna di colori Caterina Manes. Beatrice Campana del Goga Trubi è trentunesima, Alessia Malcotti del Revolution è trentasettesima e quarantunesima è invece Sybille Hartman del Domobianca. In quarantaseiesima piazza ha chiuso Maila Sandretti del Formazza. Fuori dai cinquanta Rachele Romano del Sandomenico, non hanno chiuso la gara Serena Arrigoni del Goga Trubi e Anna Cosentino del Gallarate.

Artigianato: un futuro antico. Se ne parla stasera alle 20.30 al Sasso nello stagno

Nella puntata di questa settimana de Il sasso nello stagno ospite di Maurizio De Paoli è Amleto Impaloni, segretario Confartigianato Piemonte Orientale. Si parla di uno dei settori fondamentali della nostra economia, quello composto da 4,4 milioni di artigiani e piccole imprese che danno lavoro a 10,8 milioni di addetti. L’artigianato e le micro e piccole imprese rappresentano il 99 % del tessuto produttivo e danno lavoro al 64% degli occupati.

Oltre un milione e mezzo di imprenditori artigiani, con 3 milioni di addetti, si riconoscono in Confartigianato, un’organizzazione nata nel 1946 e che si articola in 103 Associazioni territoriali, 21 Federazioni regionali, 12 Federazioni di categoria, 46 Associazioni di mestiere ed è presente capillarmente su tutto il territorio nazionale, con 1.201 sedi operative. Una delle 103 Associazioni territoriali è quella del Piemonte Orientale, che riunisce le imprese artigiane delle Province di Novara, Vercelli e VCO.

Serie D, le ipotesi nel pezzo di Roberto Cominoli

Nei 9 gironi di serie D, dopo il breve recupero di Sanremese-Chisola (confermato l’1-2 dei primi 78’) e il più lungo di Pineto-Cynthialbalonga (finisce 1-0, la decide Minincleri dal dischetto), la situazione al vertice è ormai in gran parte decisa. Saliranno in serie C Sestri Levante (A), Pineto (F), Catania (I). Hanno buone probabilità di farcela Lumezzane (B), Legnago (C), Arezzo (E), Cavese (H). Rimangono in sospeso Giana con Pistoiese (D) e Paganese con Sorrento (G). Parlando di retrocessioni, ma rimanendo ai gironi A e B: Fossano e Casale hanno il destino segnato, mentre Caronnese e Sona paiono sul viale del tramonto.

 

Poi ci saranno i playout. Beh, alcuni di sicuro, ma probabilmente non tutti e quattro, nei 2 gironi. Al momento sono coinvolte molte squadre, ma alcune di loro soltanto perché l’aritmetica, impietosa, le mantiene sul banco degli imputati, dal quale vorrebbe alzarsi e andarsene quanto prima. La “forca del compasso 8”, ovvero la distanza che evita la sfida finale con terz’ultime e quart’ultime, comprende ancora tante compagini, ma da qui al 7 maggio ci sarà la  decisiva scrematura.

 

Girone A. Fosse finita ieri – toccate pure ferro – si giocherebbe soltanto un playout tra Chisola e Castanese, in quanto lo Stresa Vergante dista esattamente 8 punti dal Pont Donnaz e dal Pinerolo. Girone B. Stesso discorso: il Varese terz’ultimo si trova a 9 punti dal Villa Valle e sarebbe fuori dai giochi, retrocesso, mentre si disputerebbe Real Calepina-Breno. Fin qui tutto troppo facile, troppo semplice, troppo lineare. Nel calcio non tutti i passaggi finiscono al giusto destinatario, non tutti i rigori terminano in fondo al sacco, non tutte le disposizioni tattiche degli allenatori vengono rispettate dai giocatori. E chi nei momenti topici della stagione perde la testa, sia dentro che fuori dal rettangolo (o magari in panchina…) condiziona anche il futuro di tutti gli altri, compagni, allenatori, direttori sportivi, e talora anche dirigenti e presidenti.

 

Limitiamoci alle due squadre nel girone A ancora coinvolte nel maelstrom infernale della zona retrocessione, che vivono questi ultimi 2 mesi di campionato basando i loro ragionamenti su alcuni punti fermi e sottintese convinzioni, anche su relative speranze, magari divise tra ottimismo e pessimismo, e anche, inutile negarlo, in preda a talune innate paure, a ben comprensibili e sia pure controllati timori, insomma con qualche inevitabile incubo notturno.

 

Borgosesia:            36 punti, 9 vittorie, 9 pareggi, 12 sconfitte; gol fatti 39, subiti 46. Gioca domenica ad Asti, mercoledì – in anticipo da Viareggio Cup – in casa col Gozzano, poi a Chisola, quindi in casa con la Fezzanese giovedì prima di Pasqua, poi il 16 aprile a Tortona. Le ultime due gare in casa di fila il 23 e il 30 aprile sfide salvezza contro Castellanzese e Pont Donnaz, per chiudere con la trasferta di Sestri Levante, certamente contro una squadra in preda ai festeggiamenti per la vittoria (che però sarà arrivata un bel po’ prima). Fate voi i conti. Stiamo bassi bassi: farà almeno 10 punti ? Se batte Castellanzese e Pont Donnaz ne arriverrano quasi  certamente di più. Ma anche soltanto 10 basteranno per andare a 46 punti e per firmare la partecipazione al 14° anno di serie D consecutivo, sia pure con l’ausilio di un ripescaggio.

 

Stresa: 26 punti, 6 vittorie, 8 pareggi, 16 sconfitte; gol fatti 32, subiti   41. I borromaici giocano in casa contro il Ligorna e subito dopo sempre al Forlano con la Fezzanese. Poi lo Stresa si reca a Gozzano il 2 aprile, quindi riceve il Bra prima di Pasqua, e fa visita alla capolista Sestri Levante per poi ospitare il Legnano. Sfida diretta alla penultima, fuori casa contro la Castanese, per chiudere sul terreno amico con la Sanremese. Anche in questo caso facciamo i conti. Servono 4 punti con Ligorna e Fezzanese, poi almeno un pareggio nel derby dei due laghi, quindi sarà dura con Bra e Sestri (che in quel momento potrebbe aver bisogno dei 3 punti per festeggiare…). Col Legnano partita delicata ma non impossibile. Subito dopo (se la situazione in classifica sarà ancora gestibile) arriva la trasferta con la Castanese, cartina di tornasole di tutta una stagione, se però serve a decidere la posizione in classifica. Perché l’ultima, con la Sanremese, potrebbe o no essere una sinecura, oppure l’ultima spiaggia libera – gratis e non a pagamento – a seconda delle necessità di quel giorno. Ma ci sono ancora spiagge libere a Stresa ? Forse no. Io comunque ne conosco alcune sul lago Maggiore. E anche sul lago d’Orta, se è per questo. Un po’ meno a Sestri e a Sanremo.

 

Roberto Cominoli

Omegna ospita questa sera uno spettacolo dedicato ad Alda Merini. Appuntamento alle 20 al Forum

A partire dalle 20 al Forum di Omegna una serata per ricordare la poetessa Alda Merini.
Ad aprire la serata la presentazione del libro “Alda Merini, mia madre”.

La Compagnia delle Donne della Cgil Spi proporrà, in collaborazione con l’assessorato alla cultura, un condensato di letture, poesie e musiche dedicate alla Merini. Una serata ricca di emozioni, il ricavato, con ingresso libero ad offerta, sarà devoluto all’associazione culturale omegnese Anima Rei.

Domenica inaugurazione di stagione per i Giardini Botanici di Villa Taranto a Verbania

Domenica 12 marzo parte la stagione turistica 2023 dei giardini Botanici di Villa Taranto, stagione numero 71. Cancelli aperti al pubblico sino a domenica 5
novembre, tutti i giorni compresi i festivi.

Questi giorni sono caratterizzati da una generosa fioritura di prunus, si proseguirà poi con tutti i gruppi delle acidofile; dall’ 8 al 20 aprile il parco sarà punteggiato dai mille colori di tulipani e giacinti, oltre 80.000 le bulbose per l’ormai tradizionale omonima festa. Più di 65 le varietà piantumate, tra le quali il ricercatissimo tulipano nero “Queen of night” e l’imponente “Big chief” dal diametro della corolla di quasi 10 centimetri.

Sempre nei mesi primaverili si possono ammirare virginali magnolie in fiore, cornus, paulownie, azalee e rododendri con l’apoteosi della magnifica ed inusuale fioritura della “Davidia involucrata” ovvero l’ “albero dei fazzoletti”.
Dal 20 giugno al 20 luglio circa i visitatori potranno godere di uno degli spettacoli più affascinanti del parco, la sinuosa ed originale vasca del Nelumbo nucifera con i suoi appariscenti fiori. Ancora nel periodo estivo, insieme ad oltre 25.000 piantine da bordura che tappezzano le aiuole, la grandiosa ninfea gigante Victoria regia, originaria del Rio delle Amazzoni e del Paraguay. A fine luglio inizia la “Mostra della Dalia” che prosegue fino alla chiusura del giardino.

Ottobre regalerà paesaggi autunnali d’impareggiabile suggestione, i quali porteranno il giardino verso i rigori invernali. Durante la stagione seguiranno diversi eventi pubblicati sul sito del parco.

E’ Betty Magistri l’aronese dell’anno 2023

E’ Betty Magistri, l’Aronese dell’Anno 2023. Insegnate alla primaria “Nicotera” dell’Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII” e volontaria della Croce Rossa Comitato di Arona e ideatrice di più progetti per la scuola. Altri riconoscimenti alla memoria di Maria Grazia Caramella, pure lei già insegnante alla Nicotera e sorella dell’ex consigliere regionale e vicesindaco Luca. Miglior studente Vittoria Cosentino, diplomatasi con 100 e lode. Premiazione domenica 19, alle ore 17.30, in aula magna.