logo1

Al Cantun Centro il Palio degli Asini di Premosello

Polemiche con la presenza di attivisti del 'Movimento etico tutela animali ed ambiente'. Il sindaco: 'Chiederemo il riconoscimento di manifestazione storica'

 

premosello palio

Non sono mancate le polemiche ma è stata come sempre una grande festa per tutto il paese: ieri pomeriggio Palio degli asini a Premosello Chiovenda. E’ iniziato con una ventina di minuti di ritardo, il trionfatore è stato Giorgio Giacomotti del Cantun Centro, seguito da Luca Pella del Cantun Gesa e da Martina Bonacina, unica donna in gara, portacolori del Cantun S. Anna. Martina già lo scorso anno si era aggiudicata la medaglia di bronzo. 25 anni, è la seconda donna nella storia ad aver partecipato al palio – negli anni passati tra i fantini l’alpinista Cristina Piolini – ma è la prima ad essere salita sul podio e per ben 2 volte in due anni. 10 i cantoni del paese che si sono sfidati nel circuito cittadino, nella spettacolare corsa in linea con 5 giri da eseguire tra gli incoraggiamenti e gli applausi del folto pubblico, premosellese e non, che come ogni anno ha deciso di assistere al palio. Prima si è disputata la gara individuale a cronometro, vinta da Fabio Trentani per il Cantun Colloro. Fabio è il vincitore dello scorso anno del palio ma durante questa edizione della gara clou è andato a sbattere ferendosi ad un braccio. Si tratta del primo infortunio nella storia del palio. Le due competizione sono state precedute dalla sfilata dei cantoni che ha visto la partecipazione del Gruppo Sbandieratori, musici e figuranti del comitato Palio di San Damiano di Asti. L’organizzazione della manifestazione è come sempre della Pro Loco.

Dicevamo, le polemiche: presenti alla festa alcuni attivisti del ‘Movimento etico tutela animali ed ambiente’. <Come passare il ferragosto 2017 se non ridendo per dei poveri asini costretti a correre su una superficie stradale fatta per gran parte di ciottoli e porfido? > si legge sulla pagina Facebook del movimento, in riferimento alla manifestazione. <Il META aveva preannunciato incidenti, e così è stato, ora esposti verranno consegnati in procura per far luce sulla gestione di questo palio> affermano. Critiche nei confronti del sindaco e del veterinario ASL. Il primo cittadino Giuseppe Monti sempre dalle pagine di Facebook difende questa tradizione di Premosello, ricorda che il palio è stato regolarmente autorizzato, anticipa che se ci saranno le condizioni verrà ripetuto anche nel 2018 e che si chiederà subito in Regione il riconoscimento di ‘manifestazione storica’. 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa