Sono iniziate le potature degli alberi comunali a Verbania. Oltre 550 interventi previsti

Condividi articolo:

Sono iniziati in questi giorni gli interventi di potatura degli alberi comunali a Verbania, che vedranno quest’anno oltre 550 interventi individuati in base alle necessità dei singoli alberi.
“La ditta specializzata incaricata – segnala il sindaco Silvia Marchionini – ha iniziato dalle scuole, per ora da quelle di Suna, perché si è deciso di intervenire in base al livello di sensibilità e necessità suddividendo le aree in scuole e asili, strade e piazze e, infine, parchi e aree verdi. Ricordo che negli scorsi anni abbiamo provveduto, con il lavoro dell’Assessorato all’ambiente ad effettuare una verifica degli alberi comunali (che sono oltre 3400) e alla redazione di un database informatico per avere precisamente tutte le informazioni, a partire dagli alberi di grande fusto sui quali è stato fatto un controllo strutturale per le loro caratteristiche dimensionali, perché collocati in una classe di rischio come la collocazione in ambiti urbani con elevata frequentazione.”
Ricordiamo come un albero non sia un semplice elemento d’arredo ma esige un preciso trattamento individuale, corrispondente alla specie o alla varietà, all’età, alla vitalità, al luogo in cui cresce e ai danni subiti in passato. Una potatura equilibrata e corretta basata su precise nozioni scientifiche, ha lo scopo di regolare l’attività vegetativa in funzione della produzione, nelle piante da frutto, oppure del valore estetico funzionale in quelle ornamentali e in particolar, per quanto riguarda l’ambiente urbano, deve essere a favorire la longevità e l’estetica della pianta, a risolvere problemi di stabilità e sicurezza per le persone, verticalità ed ingombro e a rimuovere focolai di infezione favorendo la salute dell’albero; ▪ Favorire l’estetica della pianta (produzione di fiori e frutti).
Per quanto riguarda l’ambiente urbano, le potature devono essere eseguite per dare una forma corretta alle giovani piante o per correggere e modificare le linee di crescita, ad esempio eliminando i rami in competizione con la cima equilibrare lo sviluppo fuori suolo della pianta con le possibilità di sviluppo dell’apparato radicale, alleggerire e contenere lo sviluppo in età matura, rimediare ad eventi atmosferici che hanno lesionato parti di tronco o della chioma, eliminare parti secche, rami intricati o troppo fitti, male inseriti, instabili, deboli che col tempo potrebbero creare problemi di stabilità, mantenere alberi e siepi in forme obbligate già orientate a questo scopo ed eliminare pericoli di schianto in luoghi di pubblica utilità.
Per una corretta e pronta identificazione degli interventi di potatura si sono suddivise le alberature comunali in base a due criteri, il primo è stato la disposizione in base al livello di sensibilità dell’area che ha suddiviso la posizione ove sono situate in tre contesti: 1) scuole e asili; 2) strade e piazze; 3) parchi e aree verdi, con i seguenti valori. Il secondo criterio invece si è basato sulla disposizione territoriale, suddividendole nelle varie frazioni o aree cittadine in cui sono ubicate.

Articoli correlati