Regionali, Stefano Costa è il candidato locale per “Stati uniti d’Europa” a sostegno di Gianna Pentenero presidente

Condividi articolo:

Stefano Costa, 59 anni, insegnate di professione, politico-amministratore per passione è il candidato locale per la lista “Stati uniti d’Europa” per il Piemonte a sostegno di Gianna Pentenero presidente della regione. Nei giorni scorsi a Domodossola la presentazione ufficiale alla presenza dei vertici del movimento. “Eccoci qui dopo 5 anni, cambia il simbolo, non cambia l’area di appartenenza in ambito regionale ed io sono quello di sempre” lo slogan coniato da Costa di recente passato dal Pd al partito di Matteo Renzi.
Un’esperienza amministrativa di lungo corso la sua : sindaco e vice sindaco di Baceno per lungo tempo con un mandato da presidente della Provincia del Vco in anni non semplici. Consigliere di Uncem e Anci in rappresentanza del suo territorio.
“La mia candidatura mira a dare voce a questo angolo di Piemonte. Territorio che l’attuale legge elettorale penalizza dal punto di vista della rappresentatività” è il sassolino che in prima battuta Costa vuole togliersi all’indirizzo della compagine di governo uscente
I temi cari della campagna elettorale di Stefano Costa sono tra gli altri sanità, scuola e trasporti.
“Sono sempre stato convinto e rimango di questa opinione che il progetto dell’ospedale unico sia la soluzione per il Vco. Dei progetti di riqualificazione degli ospedali esistenti non ci sono ancorasegni tangibili” ha spiegato.
Il tema del dimensionamento scolastico con il tetto dei 400 studenti per gli Istituti comprensivi, per Costa è un dato su cui ragionare per il futuro valutato il continuo decremento demografico.
Altro tema della campagna elettorale anche i trasporti. “L’agenzia regionale della mobilità è portata ad assumere decisioni che si basano sulla popolazione. E questo penalizza territorio come i nostri “ ha concluso Costa.

Articoli correlati