Ospedale Borgomanero: inaugurate le nuove aree di Terapia intensiva e Semintensiva

Condividi articolo:

Nuove aree di intervento sono state inaugurate all’ospedale Santissima Trinità di Borgomanero.
La prima interessa la Terapia Intensiva di Anestesia e Rianimazione diretta dal primario, dottor Davide Colombo, e la seconda la Medicina Chirurgia di Accettazione d’Urgenza diretta dal primario Claudio Didino. Alla cerimonia, ospiti del direttore generale Angelo Penna, sono intervenuti il prefetto Francesco Garsia, il neo questore Fabrizio La Vigna, alla sua prima uscita dopo l’incarico in provincia di Novara. Inoltre c’era il sindaco di Borgomanero Sergio Bossi e l’assessore regionale Matteo Marnati. Ancora il parroco don Piero Cerutti e le autorità militari compreso il comandante provinciale dei carabinieri, colonnello Emilio Palmieri, il colonnello Antonio Valentino, comandante provinciale della Guardia di Finanza, il magnifico rettore dell’Università del Piemonte Orientale Giancarlo Avanzi. L’importo complessivo dei lavori ammonta a 2.018.034 euro del Piano di riorganizzazione della rete Ospedaliera, di cui 970.000 euro con fondi propri. L’intervento, per una superficie complessiva di circa 700 mq, è suddiviso su 2 piani di cui al piano terra ampliamento del Dea pari a circa 350 mq nei quali saranno ricavati 4 posti letto di terapia Semintensiva ed altri 6 posti letto di Dea oltre ai vari locali accessori. Al primo piano l’ampliamento della Rianimazione anch’esso pari a circa 350 mq nei quali saranno ricavati 4 posti letto di terapia intensiva, studi medici oltre ai vari locali accessori. A conclusione dell’evento la benedizione alla nuova struttura è stata impartita da parte del cappellano don Ezio Caretti.

Articoli correlati