Mottarone, domani la decisione sulle richieste di costituzione delle parti civili

Condividi articolo:

Si torna in aula domani per l’udienza preliminare del processo per la funivia del Mottarone alla casa della Resistenza di Fondotoce. Attesa la decisione del Gup Rosa Maria Fornelli sulle richieste di costituzione delle parti civili avanzate da Regione Piemonte, Comune di Stresa, Anmil, associazione nazionale mutilati e invalidi del lavoro, e da alcuni familiari delle 14 vittime. Alcuni di loro hanno già percepito dei risarcimenti, e per loro gli avvocati degli imputati hanno chiesto la quantificazione per farli escludere.
Sono 93 i familiari delle vittime già risarciti con una cifra tra i 25 e i 30 milioni di euro, da parte di Leitner Spa e da Reale Mutua, l’assicurazione di Ferrovie del Mottarone.
Ancora da risolvere la questione di quale ente sia proprietario della funivia, tra Comune di Stresa e Regione Piemonte. Ora sarà quanto mai urgente chiarire in vista della cessione a Monterosa 2000 per la progettazione del nuovo impianto con fondi del Ministero e della Regione.

Articoli correlati