Laurea Honoris Causa in Medicina a Mariella Enoc

Condividi articolo:

Mariella Enoc riceverà la laurea ad honoris causa in Medicina dalle mani del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Manager della Sanità, per anni ha diretto il grande ospedale del Vaticano Bambino Gesù di Roma. Le sarà attribuita il 16 gennaio al Teatro Civico di Vercelli, nell’ambito dell’inaugurazione dell’anno accademico. Si tratta del secondo riconoscimento ad Honoris causa dell’Università del Piemonte Orientale a novaresi dopo quella conferita a Corrado Ravanelli, industriale. Ci sarà una inaugurazione speciale per l’Upo che ha celebrato i suoi primi 25
anni di attività. L’ateneo piemontese ha deciso di assegnare questo nuovo titolo per merito e lo fa ad una figura di elevato spessore come Mariella Enoc, tra l’altro sempre vicina al progetto dell’Università. Il rettore, Gian Carlo Avanzi, spiega: “Si tratta di una forma di riconoscenza per
l’attività svolta a nostro favore e di encomio per i suoi altissimi meriti nel campo sanitario. Per l’università del Piemonte Orientale si è molto adoperata per concretizzare il sogno di un ateneo. Per il Campus di Novara con Fondazione Cariplo ha avuto un ruolo fondamentale”. Mariella Enoc è
stata nominata alla guida dell’ospedale Bambino Gesù di Roma nel febbraio del 2015, il mandato le è stato rinnovato nel 2015 e nel 2021, fino alla sua decisione di dimettersi per fare posto al manager incaricato di fondare una nuova sede. Papa Francesco non ha mai celato la sua grande stima per la
manager di Massino Visconti. Enoc ha guidato in precedenza una clinica privata ed è stata presidente di Confindustria Piemonte dal 2008 al 2012., vicepresidente di Fondazione Cariplo e vice presidente della Fondazione Cini. Da sempre è stata attiva nel mondo della solidarietà nei confronti delle popolazioni dell’Africa, continente dove si è recata più volte per missioni umanitarie”. Antonio Airoldi, sindaco di Massino, ha affermato: “Per il nostro paese è un onore avere una concittadina illustre, insignita da un titolo meritato durante tutta la sua attività”.

Articoli correlati