La pioggia in Piemonte nel trimestre marzo, aprile e maggio ha battuto i record storici degli ultimi 70 anni

Condividi articolo:

Mancano meno di 10 giorni alla conclusione della primavera meteorologica 2024 e le precipitazioni cadute in Piemonte nel trimestre marzo, aprile e maggio hanno già battuto i record storici degli ultimi 70 anni. Lo riferisce Arpa Piemonte.

Dal primo marzo fino ad oggi la rete di misurazione meteo-idrologica dell’agenzia regionale ha registrato circa 550 mm medi sul territorio piemontese, la metà di quanto normalmente piove in un anno, superando il precedente primato della primavera 1977 (546 mm medi) e di quella più recente del 2013 (530 mm).
In questa primavera 2024, le giornate di “pioggia significativa”, quelle cui la media regionale è stata maggiore di 5 mm, sono state finora 30, ovvero il 38% del tempo utile, quasi il doppio di quanto osserviamo in una primavera “normale”.

Da inizio anno, le precipitazioni osservate sino ad oggi sul Piemonte sono state circa il doppio (+110%) rispetto alla media del periodo nel trentennio di riferimento climatico 1991-2020, tanto che i quantitativi cumulati al 21 maggio (750 mm) sono gli stessi che normalmente si osservano alla fine della prima decade di ottobre.
Le precipitazioni cadute in Piemonte nel trimestre marzo, aprile e maggio hanno battuto i record storici degli ultimi 70 anni
Fino a ieri sono stati ben 19 i giorni di pioggia solo a maggio nel Verbano Cusio Ossola. MeteoLive Vco di Luca Sergio riferisce di instabilità con rovesci e temporali e temperature di 2-3 gradi al di sotto della media ancora per questo sabato, da domenica temperature in aumento con cielo sereno o poco nuvoloso, possibili cumuli pomeridiani sulle Alpi. Nuova instabilità nel corso della prossima settimana.

Articoli correlati