Il M5S sul caso della segretaria comunale: “Insieme alle Iene sono arrivati gli avvoltoi”

Condividi articolo:

“A Verbania tornano le Iene. Se nel passato hanno “incontrato” l’allora Senatore Montani per le vicende del Verbania Calcio (Montani ora spalla di Albertella), oggi le ritroviamo a Verbania per dare luce a vicende di cui da mesi si discute in consiglio comunale e nelle commissioni. Nelle sedi opportune il M5S ha sempre fatto prevalere l’onestà e “la cosa giusta” per il bene della città; per il bene comune si è opposto a tutte le azioni politiche non condivise. Oggi, che i riflettori si sono accesi perché “l’ha detto Mediaset”, insieme alle Iene sono arrivati gli avvoltoi che cercano di trarre profitto dai resti altrui.” Così il Movimento Cinque Stelle di Verbania commenta la vicenda della segretaria comunale. “Attendiamo le prossime puntate delle Iene, sia mai che riprendano tanto dei nostri interventi dove denunciavamo, ribadiamo, nelle sedi opportune, tutte le scelte, a nostro avviso, non corrette, quantomeno eticamente. Ora la giustizia deve accelerare per togliere tutti dall’impasse e ristabilire, se dovuta, la legalità nella gestione della macchina comunale”. E ancora: “Crediamo inoltre che il licenziamento della segretaria, che ha giustamente denunciato, sia non solo inopportuno ma anche fuori da ogni norma di buon senso oltre che , probabilmente, illegittimo”.
Il Movimento Cinque Stelle ricorda di aver già lasciato l’aula quando il consiglio comunale votò lo scioglimento della convenzione con altri Comuni per il segretario comunale.
“In questi giorni tutti capiamo cosa si celava dietro quel progetto” spiegano. 
“Non spetta a noi fare processi, e se ci saranno, si terranno nelle sedi opportune. 
Ma come rappresentanti della collettività siamo tenuti ad essere informati (ma tutta la comunità deve essere informata) su cosa sta accadendo. Nessun processo, nessuna condanna, ma solo trasparenza”.

Articoli correlati