Il bilancio del comune di Baveno segna +96 mila euro nel capitolo entrate da Imu, Tari e Irpef

Condividi articolo:

Il consiglio comunale di Baveno ha approvato nelle scorse settimane il bilancio consuntivo 2023.
Un atto importante, segnala l’assessore al bilancio dal quale si possono evincere dati e risultati significativi. Innanzitutto in tema di entrate.
Per quanto attiene quelle tributarie ovvero IMU, rifiuti, Irpef, ammontano a 5 milioni e 331 mila euro, registrando un incremento di 96 mila euro rispetto alle previsioni di entrata, mentre per i trasferimenti stato e regione ed altri soggetti, si attestano a 574 mila euro, registrando un incremento di 18 mila euro rispetto a quanto preventivato. Sulle entrate extra-tributarie si è invece avuto un decremento di 24 mila euro, cui corrispondono in parte minori le spese.
Le spese correnti. Il capitolo segnala come la spesa per istruzione e il diritto allo studio sia pari a 403 mila euro, per trasporti, viabilità e infrastrutture stradali ammonta a 501 mila euro, mentre quella per servizi sociali si attesta a 863 mila euro e risulta la voce di spesa più significativa.
Ci sono poi gli investimenti Nel 2023 sono stati impegnati a bilancio oltre 4 milioni e 353 mila euro per investimenti, di cui due milioni e 296 mila sull’anno in corso. Questo dato conferma la capacità del Comune di attrarre e sfruttare proficuamente fondi europei e statali per la realizzazione di investimenti a partire dai fondi del PNRR.
Nel 2023 il Comune di Baveno ha registrato un risultato di amministrazione di un milione e 875 mila euro mentre l’avanzo ammonta a un milione e 286 mila euro. “Qui – ha spiegato l’assessore alle finanze – gli obiettivi sono stati realizzati tenendo conto della necessità di garantire il mantenimento degli equilibri di bilancio e con l’intenzione di soddisfare i bisogni dei cittadini.
Un consuntivo – conclude il responsabile del bilancio – che segnala un conto economico solido e capace di poter, con oculatezza, rispondere alle esigenze dei cittadini e a mettere in campo investimenti e allocare risorse per i servizi sociali, viabilità, eventi, infrastrutture e il diritto allo studio”.

Articoli correlati