Caso Iene, Mirella Cristina: “Inacettabile che Albertella voglia sostituirsi alla Procura della Repubblica”

Condividi articolo:

“Inaccettabile che Albertella, la sua lista civica e le destre indicano una conferenza stampa e vogliano sostituirsi alla Procura della Repubblica e alle indagini su un caso che non dovrebbe assurgere alle cronache sensazionalistiche e nemmeno dovrebbe essere usato quale strumento di campagna elettorale, ma dovrebbe essere invece trattato in modo corretto come per certo farà nostra Procura nella quale abbiamo la massima fiducia” dichiara l’azzurra candidata Mirella Cristina, dopo l’incontro stampa di questa mattina sul “caso Iene” del candidato Albertella e dei suoi sostenitori.
“I veri garantisti – prosegue Cristina – non devono prendere posizione fintanto che non ci sarà una condanna per i fatti accaduti “.
La stessa rimarca che Albertella non rappresenta il centrodestra, il centrodestra e’ una coalizione e ad Albertella mancano tutti i partiti di centro della coalizione quindi non può parlare a nome di tutto il centrodestra, come invece sta accadendo. Chiarisce Cristina: “Albertella per ora è appoggiato da due partiti di destra oltre alla sua lista civica, il medesimo quindi non rappresenta il centrodestra e di conseguenza non può parlare a nome della coalizione”.

Articoli correlati