Bob e skeleton a Saint Moritz

Condividi articolo:

Partita oggi, direzione Saint Moritz, la nazionale italiana di bob e skeleton, guidata dall’ossolano Maurizio Oioli, commissario tecnico di entrambe le discipline. L’inizio di stagione per i nostri colori è stato decisamente positivo: la conferma del grande lavoro di Oioli, vero valore aggiunto delle due specialità.  Nello skeleton, ad Igls, nell’ultima gara prima del Natale è arrivato uno splendido secondo posto per la piemontese Valentina Margaglio,  a cui i consigli del tecnico ossolano hanno consentito di fare un enorme salto in avanti: per lei terzo podio in carriera ed ora la vittoria nel mirino. “ Chissà che non possa arrivare proprio a Saint Moritz- spiega Oioli- anche perché il suo è un percorso di crescita continuo, testimoniato dai risultati delle tre gare che l’hanno vista scalare la classifica”  Sul catino rossocrociato si cimenterà anche la nostra Alessia Crippa, diciottesima in Austria ma anche lei in crescita e pronta a imitare la compagna di nazionale per un ulteriore salto di qualità. A Saint Moritz ci saranno anche le gare di bob, con l’obiettivo, per la selezione guidata da Oioli, di bissare i risultati della prima  tappa cinese di Yanquing, dove Patrick Baugmartner ha riportato il bob a 4 azzurro sul podio a distanza di ben diciassette anni, da quando Fabrizio Tosini chiuse terzo a Lake Placid. Le gare in Europa sono state meno entusiasmanti, ma anche  nel bob la sensazione è che si possano scrivere pagini esaltanti di una storia che tante gioie e trionfi ha regalato allo sport italiano

Articoli correlati