Annunciata attorno agli 800 metri la neve ha imbiancato anche Domodossola. Danni agli impianti sportivi

Condividi articolo:

La neve è tornata ad imbiancare l’Ossola. Questa volta con una sorpresa in più: il manto bianco ha ricoperto non solo le cime ma anche il fondovalle. E’ successo così che Domodossola si è risvegliata avvolta da una colte di neve che presto è stata bagnata dalla pioggia che a tratti ha sostituito i fiocchi bianchi. Neve pesante che è all’origine del danno alla copertura del campo da padel degli impianti sportivi domesi. La struttura era stata posizionata solo a dicembre. Un danno importante per la società che in città gestisce oltre alla piscina anche il vicino stadio Curotti.
Sempre a Domodossola, questa mattina, i Vigili del Fuoco sono dovuti intervenire in piazza stazione per la rimozione di alcune piante pericolanti.
In diverse zone delle vallate ossolane a causa delle piante cadute su linee elettriche è mancata la corrente. E’ successo nelle valli Antrona e Vigezzo oltre che a Montecrestese e Villadossola nel fondovalle.
Per effetto della nuova nevicata e per l’alto pericolo valanghe è nuovamente scattata la chiusura della statale 659 della Valle Formazza all’altezza di Canza. Isolata Riale. Questa mattina valutata la situazione, i turisti presenti nella conca walser sono stati portati a valle. Sempre per pericolo valanghe chiusa anche la strada che collega Goglio a Devero in Valle Antigorio.
La neve ha portato con sé inevitabili disagi alla circolazione soprattutto alle prime luci dell’alba. La giornata festiva ha comunque attenuto gli inconvenienti a cui vanno incontro gli automobilisti in caso di neve.

Articoli correlati