13 marzo, giornata di servizi gratuiti dedicati alla sclerosi multipla in Asl Vco per la Settimana mondiale del cervello

Condividi articolo:

comunicato stampa Asl Vco – In occasione della Settimana mondiale dedicata al cervello, il Reparto Neurologia dell’ASL VCO, diretto dalla D.ssa Patrizia Julita, insieme alla Fondazione Onda – Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere offre consulenze gratuite neurologiche.

L’attività è prevista il giorno 13 marzo 2024 all’Ospedale San Biagio di Domodossola – Reparto Neurologia – Palazzina C – terzo piano – dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e dalle ore 14,00 alle ore 16,00 previa prenotazione ai numeri 0324-491201 / 0324-491239.
I pazienti che nel corso delle visite dovessero presentare problematiche di tipo logopedico (disturbi cognitivi, dell’eloquio o della deglutizione), saranno segnalati al Reparto Recupero Rieducazione Funzionale e saranno chiamati per un counselling logopedico in altra data, senza necessità di impegnativa del Medico Curante.

In occasione dell’(H) Open Day, Fondazione Onda metterà a disposizione dei pazienti che convivono con questa malattia anche un opuscolo informativo che verrà distribuito negli Ospedali e sarà caricato anche in formato elettronico sul sito www.fondazioneonda.it nella sezione “Pubblicazioni”.
Inoltre, sul tema verranno organizzati due webinar dal titolo “Disturbi cognitivi nella Sclerosi multipla – L’importanza della diagnosi precoce” e “Disturbi cognitivi nella Sclerosi multipla – Impatto sulla qualità della vita e strategie di intervento” che saranno disponibili sui canali Youtube e Facebook di Fondazione Onda il 20 marzo dalle ore 17.00 alle ore 18.00.

Obiettivo dell’iniziativa è informare e sensibilizzare pazienti, caregiver e popolazione sulla sclerosi multipla e, in particolare, sui disturbi cognitivi correlati, quali difficoltà di concentrazione, scarsa memoria, rallentamento della capacità di elaborare informazioni, sensazione di annebbiamento mentale, ma non solo.
«La sclerosi multipla è una malattia neurologica degenerativa che ha una spiccata connotazione al femminile: basti pensare che le donne hanno una probabilità 2-3 volte maggiore di sviluppare la malattia rispetto agli uomini. Viene diagnosticata tra i 20 e 40 anni con pesanti ripercussioni sulla qualità di vita dei pazienti a causa delle disfunzioni che sono ad essa associate, le quali possono manifestarsi anche nelle fasi di esordio della stessa» dichiara Francesca Merzagora, Presidente Fondazione Onda.

L’iniziativa è realizzata grazie al contributo di Bristol Myers Squibb e con il patrocinio di Associazione Italiana Sclerosi Multipla -AISM eSocietà Italiana di Neurologia -SIN.

Per seguire il webinar “Disturbi cognitivi nella Sclerosi multipla – Impatto sulla qualità della vita e strategie di intervento” il giorno 20 marzo:

Youtube: https://www.youtube.com/live/MIrWJqolcV4?si=o3_g8h0yJEE1wZEU
Facebook:https://www.facebook.com/events/920636859609844

La Direzione Generale ringrazia la D.ssa Julita e il suo staff per aver aderito all’iniziativa di sensibilizzazione delle donne su una patologia che entra pesantemente nella vita di una donna e l’accompagna ogni giorno al lavoro e in tutte le dimensioni della vita sociale, investendo la sfera personale, quella della vita di coppia, interferendo con l’essere madre e con la gestione della famiglia.

Articoli correlati