Trofeo delle Regioni, Lischetti e Ferrari protagonisti

Condividi articolo:

Nella settimana che ha preceduto la Pasqua si è disputato in Liguria il Torneo delle Regioni, classico appuntamento annuale della Lega Nazionale Dilettanti. Ebbene a fine Torneo delle 4 categorie in campo 2 finali sono state vinte dalla Lombardia (femminile e Under 17) e 2 dal Piemonte (Under 15 e soprattutto la categoria principe della manifestazione, l’Under 19).

 

Tra i convocati per l’Under 19 provenienti dal girone A di Eccellenza c’erano anche D’AMBROSIO LUIGI (BULE’ BELLINZAGO), FERRARI ENZO (VERBANIA), MERSINI LUCA , portiere, e LISCHETTI LORENZO (ACCADEMIA BORGOMANERO).

 

E’ proprio il lombardo di nascita (2006) Lorenzo Lischetti l’eroe della settimana. Licio Russo e Massimo Storgato ci han visto bene a tempo debito. Per non essere di parte riferiamo quanto scritto da un giovane collega in occasione della seconda giornata, gara contro l’Umbria:

 

“Una giocata sontuosa di Lischetti fa respirare il Piemonte e scalda l’entusiasmo sua tribuna: ruleta di classe, finta di corpo, un’altra veronica. Questa è la ricetta perfetta per evidenziare la condizione del giocatore. Il Piemonte vince 2 1 grazie a una prestazione corale e alle giocate del suo trascinatore, Lischetti, che sblocca la sfida dal dischetto e illumina il campo con giocate favolose”.

 

Lischetti, che per onore del vero è in prestito dalla Varesina (serie D, girone B) aveva segnato anche nella gara d’apertura contro la Basilicata e segna anche nella terza partita, decisivo il suo gol contro la Toscana, spedendo avanti la squadra. Ma il ragazzino si fa espellere nel corso del match nei quarti di finale (vittoria per 2 a 1 sulla Sicilia) e non disputa la semifinale contro le Marche.

 

Allora torna in cattedra Enzo Ferrari del Verbania, che l’anno prima aveva vinto a suon di gol il Trofeo nella categoria inferiore (è anche lui un 2006). Ferrari va in rete nell’1 a 1 che porta il Piemonte ai calci di rigore, vinti poi contro le Marche e che spediscono i ragazzi di Russo in finale.

 

Dove torna Lischetti, che fa gol e assist e diventa anche capocannoniere della manifestazione (insieme al giocatore dell’Emilia-Romagna Frimpong).

 

Diamo per una volta a Cesare quel che è di Cesare. Ovvero al Borgomanero e al Verbania di aver scelto bene i suoi giovani, a Licio Russo e Massimo Storgato di aver buoni occhi, e alla Federazione Piemontese di aver dato loro fiducia…

 

Roberto Cominoli

Articoli correlati