logo1

Una Igor rimaneggiata vince il Champions..

Senza Fersino, Daalderop e D’Odorico la Igor Gorgonzola Novara maramaldeggia sul Liberec in Champions League, per la formazione di Lavarini cinque punti di vantaggio sulla Dinamo Mosca a due turni dal termine della prima fase…

Quarto successo per 3-0 di fila in Champions League per la Igor Volley di Stefano Lavarini, a segno contro il Liberec nella quarta giornata della Pool C. Le azzurre, trascinate da capitan Chirichella (MVP dell'incontro), si portano così a quota 12 in classifica, 5 di vantaggio sulla Dinamo Mosca, a due giornate dal termine. Senza Daalderop e D’Odorico, nemmeno a referto, e con Fersino fermata da un affaticamento alla schiena la Igor scende in campo con Karakurt opposta a Hancock, Chirichella e Washington centrali, Herbots e Bosetti schiacciatrici e Imperiali (al suo debutto assoluto, sia in maglia Igor sia in Champions League) libero; Liberec con Skrypak in regia e Kvapilova in diagonale, Blazkova e Kohoutova al centro, Sotkovska e Kojdova in banda e Kolarova libero. Si parte subito con un forfait tra le ospiti: sulla parallela vincente di Karakurt (3-2), Sotkovska ricade male e si infortuna alla caviglia, venendo sostituita da Sulcova; Novara alza subito il ritmo con Bosetti (8-5) e Washington (10-5) mentre le ospiti fermano il gioco; Novara non rallenta con Hancock a segno a muro e Karakurt in parallela (15-6) mentre Imperiali si mette in evidenza a muro. Tra le ospiti Kvapilova è l’ultima ad arrendersi (15-8, muro), ma Bosetti e Herbots firmano l’allungo che vale il set ball sul 24-11: chiude 25-12 Karakurt in diagonale. Chirichella prova subito l’allungo in primo tempo (2-0) e Karakurt fa 7-2 sfruttando il muro avversario, mentre le ceche si affidano al servizio di Blazkova per rientrare 9-7, prima che Kvapilova firmi il nuovo break che riporta Liberec sul -1 con l’ace dell’11-10. Lavarini cambia diagonale, Montibeller fa il break (15-12) ma Liberec rimane in scia (17-16) e innesca un bel testa a testa, rotto in un primo momento dall’ace di Washington (20-17) ma riaperto da un paio di errori azzurri (21-20). Finisce 25-23 con due punti in tre scambi messi a segno da Washington. Novara riparte con Battistoni e Montibeller in sestetto ed è la brasiliana a firmare la fuga (5-1) prima dell’ace di Chirichella (7-1) che ipoteca subito il parziale. Dentro Karakurt nell’insolito ruolo di schiacciatrice ricevitrice e Costantini al centro e Novara mantiene la leadership (13-6) con la centrale veneta che firma il suo primo punto da “pro” con il muro del 16-8. Il resto lo fa un buon turno in battuta di Herbots (due ace, 23-12) e un attacco vincente di Karakurt a concretizzare una bella difesa di Imperiali, per il 25-13. Stefano Lavarini (allenatore Igor Gorgonzola Novara): “Per noi è un risultato importante, perché siamo inseriti in un girone molto “tosto” e aver ottenuto la quarta vittoria per 3-0 è il miglior viatico in vista del gran finale con la trasferta di Istanbul e poi la sfida interna alla Dinamo Mosca. Abbiamo fatto bene nel primo e nel terzo set, meno nel secondo, ma tutto sommato possiamo essere soddisfatti”. Lucia Imperiali (libero Igor Gorgonzola Novara): “Per me è stato emozionante esordire in Champions League e sono davvero felice che questo sia avvenuto in una serata positiva per la squadra. Abbiamo fatto quello che dovevamo, vincendo per 3-0 e facendo a tratti anche molto bene. Personalmente mi porterò dietro questa serata e tutte le emozioni che mi ha fatto provare: lavoro ogni giorno proprio con l’obiettivo di farmi trovare pronta quando può servire il mio apporto”. Veronica Costantini (centrale Igor Gorgonzola Novara): “Dopo l’esordio di Liberec, stasera sono felice per due motivi: per aver esordito nel nostro palazzetto, davanti al pubblico novarese, e per aver siglato il mio primo punto. Ovviamente sono contenta del risultato della squadra e sono grata anche alle compagne per il supporto che mi hanno dimostrato. Erano tutte felici per me e questo dimostra lo splendido spirito di questo gruppo, in cui non esiste alcun “io” ma solo un “noi” che va al di là di tutto”.

Igor Gorgonzola Novara – Dukla Liberec 3-0 (25-12, 25-23, 25-13)

Igor Gorgonzola Novara: Imperiali (L), Herbots 8, Montibeller 11, Battistoni, Fersino (L) ne, Bosetti 5, Chirichella 9, Hancock 2, Bonifacio ne, Washington 10, Costantini 1, Karakurt 13. All. Lavarini.

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

Sport

Pubblicità-sport

loghi sport

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa