logo1

Giro 2021: Verbania e Borgomanero verso il si?

Il Giro del 2021 sarà presentato a Gennaio ma il tracciato è già stato disegnato, così ha detto il direttore Mauro Vegni, si va verso il ‘si’ per le richieste di Verbania e Borgomanero che peraltro incassano anche il sostegno della Regione Piemonte…

“La prossima edizione del Giro sarà presentata a gennaio. La situazione non è semplice. Il tracciato è già disegnato ma bisognerà capire quanto il lockdown ci darà la possibilità di programmare. Abbiamo diverse opzioni per la partenza, estero e Italia. Ma pensare all’estero adesso è troppo complicato“. Sono parole del direttore del Giro d’Italia Mauro Vegni che dopo aver condotto in porto tra mille problematiche l’edizione 2020, travagliata e non solo per il Covid (applausi, davvero applausi meritati), non si è preso troppo riposo ed è già al lavoro per l’edizione del prossimo anno. Ovvio l’interesse per le richieste che sono arrivate dai nostro territorio che da tempo è attratto ad ospitare almeno una tappa. Ricapitoliamo. Il primis Verbania, con in sindaco Silvia Marchionini che dopo i mondiali gloriosi di Imola ha ufficializzato con un post Facebook la volontà di riportare nel capoluogo una frazione, sei anni dopo il 2015, in onore di Filippo Ganna ed Elisa Longo Borghini, poi giorni dopo anche Borgomanero ha ufficializzato la volontà di richiedere una partenza di tappa dalla città del mitico Pasquale Fornara. Addirittura si era ventilata una Borgomanero-Verbania a cronometro, una bella cronometro di poco più di 42/43 km. E’ poi altrettanto noto che il comprensorio San Domenico Ski da almeno tre stagioni è in contatto con i vertici di Rcs con il medesimo intento di avere una tappa. Da quanto siamo venuti a sapere da voci e vocine ovviamente verificate per Verbania (che già aveva preso contatti per il 2020 salvo poi essere rimbalzata per le edizioni successive)  e Borgomanero ci sarebbe l’ok degli organizzatori ed il tutto sarebbe solo da definire, peraltro nei giorni scorsi anche il consigliere regionale Albero Preioni ha specificato che la Regione Piemonte (ed il Piemonte avrà almeno tre tappe nella prossima corsa rosa) con l’assessore allo sport Fabrizio Ricca, sosterrà le candidature piemontesi, citando proprio i casi del capoluogo e del centro agonino. Insomma sembra proprio che Verbania si rivestirà di rosa per la quarta volta nella storia e Borgomanero ospiterebbe il Giro 23 anni dopo il 1997 ma come siamo soliti dire tutto potrebbe anche cambiare, benché le parole di Vegni facciano ben sperare. Non dovrebbe però trattarsi di una cronometro, Si sa che il Giro dovrebbe fare tappa a Pila, in Valle d’Aosta ed è possibile che da li arrivi poi nel Vco  con una tappa in linea per poi ripartire da Borgomanero il giorno dopo ma queste per ora sono supposizioni. Un arrivo a San Domenico invece passerebbe al Giro del 2022, che quindi arriverebbe nel Vco per due anni consecutivi ma ovviamente ora è presto per parlarne, detto questo la stazione sciistica ossolana potrebbe andare ad ospitare comunque già nel 2021 altre manifestazioni ciclistiche di alto livello, staremo a vedere. 

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa