Possaccio prepara la nuova stagione

Condividi articolo:

Sabato 13 gennaio comincia in casa contro la Flaminio la nuova avventura della Bocciofila Possaccio nella massima serie della raffa. Dopo 3 stagioni del tutto straordinarie. Sempre ai primi posti in campionato, finalisti di Coppa Italia, buone prestazioni anche della squadra giovanile (un titolo di campioni d’Italia juniores) e di quella femminile. A proposito: non vi sarà il campionato femminile quest’anno, ma la federazione sta studiando qualcosa per tenere in attività il movimento in gonnella della raffa.
Si presenta più difficile del previsto l’avventura nel prestigioso torneo tricolore in campo maschile. Va anche ricordato che alla fine della scorsa stagione hanno lasciato la squadra guidata con tanta passione dal presidente Dario Mazzolini, il giovane ma già esperto svizzero Ryan Regazzoni, finito in A2 alla Jolly Verona, l’altro ragazzo promettente e già campione italiano juniores Lorenzo Porcellati, e infine il navigato Nando Paone… emigrato in terra sarda. Un solo arrivo, peraltro molto buono, a compensare il tutto, quello di Andrea Rotundo, che giocava nella Speroni di Milano, tipico giocatore individualista, bravo un po’ in tutto.

Possaccio è stato eliminato in semifinale di Coppa Italia dalla Caccialanza, la sensazione del D.S. Sergio Tosi è precisa: “Sarà dura riconfermarci tra le prime 4 squadre d’Italia. Sono salite compagini molto forti, e le migliori di sempre si sono rinforzate. Noi faremo del della forza di gruppo la nostra prerogativa migliore…”.
Dunque il 13 gennaio arriveranno i romani della Flaminio, club che cerca il risultato prestigioso sin da subito. Poi due trasferte in altrettanti giorni: sabato 20 contro i neopromossi campani della Mister Energy Sarno, il giorno dopo breve passaggio in terra d’Abruzzo per il difficile impegno con Mosciano.

La truppa, oltre di Rotundo, si avvale dei “soliti noti”, i bravissimi Roberto Signorini, capitano, Roberto Mazzolini, Giovanni Scicchitano, Cristian Andreani e Roberto Turuani. Un gruppo ridotto, meno “giovanile”, ma che conosce lo sport della raffa a menadito. Il capitano Signorini tiene alto il morale: “Noi punteremo ancora una volta ad entrare nella Final Four per lo Scudetto”.
Le rivali sono note in gran parte: Vigasio, favoritissima, poi Caccialanza e Giorgione Tre Villese, si parla bene anche del Flaminio che Possaccio troverà all’esordio, e in maniera minore del Sant’Angelo Montegrillo, una neopromossa come anche la napoletana Santa Chiara.
Il 16 marzo finirà l’andata sul campo del Giorgione Tre Villese, che, ironia del calendario sarà la prima ospite del girone di ritorno 23 del mese. L’8 giugno sapremo tutti dove si troverà Possaccio…

Articoli correlati