Nel Vco aumenta il numero dei morti in montagna. Il dato emerge dal bilancio del Soccorso alpino civile

Condividi articolo:

320 giorni tra escursionismo, sci alpino e nordico ma anche ferrate, sport all’aria aperta, impianti a fune. E’ l’attività di formazione che i volontari della Decima delegazione Valdossola hanno effettuato nello scorso anno. Attività propedeutica ai 283 interventi di soccorso effettuati nel 2023. 151 sono state le persone soccorse illese, 92 quelle che hanno riportato ferite lievi, 38 gravi e 26 sono state le salme recuperate. “Il dato che più balza agli occhi è quest’ultimo. Sono soprattutto i cercatori di funghi ad incrementare questo triste dato. Si tratta di persone che escono dai sentieri e che spesso non sono neppure abbigliate nel modo giusto” le parole dell’esperto. Matteo Gasparini è il responsabile della Decima delegazione del Soccorso alpino. Con lui operano 279 volontari. Il dato significativo è che ogni anno si registra l’ingresso di una decina di nuovi volontari.

Articoli correlati