Mottarone, ammesse tutte le parti civili a eccezione di Anmil. Rinvio al 23 aprile

Condividi articolo:

Con l’ammissione di tutte le parti civili che avevano avanzato richiesta, tra cui Regione Piemonte, Comune di Stresa e di alcuni dei familiari delle vittime, e la sola esclusione di Anmil (l’Associazione mutilati e invalidi del lavoro), è ripresa oggi a Verbania l’udienza preliminare del processo per la tragedia del Mottarone.
Il gup Rosa Maria Fornelli ha accolto una trentina di richieste tra cui quelle di alcuni parenti di Serena Cosentino, una delle 14 vittime dell’incidente del 23 maggio 2021 e di alcuni parenti di Eitan Biran, il bambino unico sopravvissuto, nei confronti di tutti tranne la società Leitner.
Le parti civili ammesse hanno citato Ferrovie del Mottarone e Leitner come responsabili civili. Su questo punto si torna in aula il prossimo 23 aprile.

Articoli correlati