La Fabbrica di Carta cambia pelle: aperte le iscrizioni per gli autori

Condividi articolo:

La Fabbrica di Carta torna dal 24 al 28 aprile con la 26esima edizione: non più il salone del libro, ma uno spazio di approfondimento culturale. Edizione rinnovata dal titolo “Inizia il futuro”: spazio ai giovani lettori con Youth4future. Dopo il grande successo del venticinquennale, la Fabbrica di Carta volta pagina: nel 2024 la storica manifestazione culturale dell’Alto Piemonte torna ad essere organizzata dalla Provincia del Verbano-Cusio-Ossola, con la collaborazione dell’Associazione Libriamoci. La prima novità sarà la mancanza del Salone del libro, l’esposizione di volumi che ha caratterizzato per un quarto di secolo la kermesse organizzata al Centro Culturale La Fabbrica di Villadossola. La sede non cambierà, ma la Fabbrica di Carta si trasformerà in un nuovo spazio di approfondimento culturale, con un forte slancio verso il futuro del mondo dell’editoria e della cultura, garantendo – grazie alla sezione Youth4future – un ruolo da protagonista alle nuove generazioni di lettori. La manifestazione si trasformerà in un piccolo festival caratterizzato da presentazioni in anteprima di novità editoriali locali e da una ristretta selezione di presentazioni dal respiro nazionale, con autrici e autori di calibro.

Possono essere ammessi a partecipare alla manifestazione gli autori ed editori del Verbano Cusio Ossola oppure gli autori ed editori provenienti da fuori provincia che abbiano pubblicato – dopo il 1° gennaio 2024 – libri ambientati nel territorio del Verbano Cusio Ossola, dotati di ISBN e non ancora presentati al pubblico. La partecipazione alla manifestazione è gratuita. L’organizzazione si riserva – a proprio insindacabile giudizio – di accettare, dietro versamento di una cifra variabile tra 50 e 200 euro, anche libri che non rispettino almeno in parte il regolamento. Da regolamento infine anche nel 2024 gli autori che presenteranno i propri libri dovranno donare una copia autografata del proprio volume alla biblioteca allestita all’interno della Casa Circondariale di Verbania, a disposizione dei detenuti verbanesi.

Articoli correlati