Il Cda del Museo Bagatti Valsecchi ha nominato Antonio D’Amico nuovo direttore

Condividi articolo:

Dopo aver ricoperto il ruolo di Conservatore e Direttore dei Musei Civici di Domodossola per un quinquennio, Antonio D’Amico è arrivato in Museo dall’ottobre del 2021, rivestendo l’incarico di Conservatore con grande entusiasmo e favorendo numerose attività che hanno portato ad una grande crescita di pubblico e d’interesse verso l’istituzione museale di via Gesù a Milano.

La direzione del Museo è stata ricoperta per molti anni da Pier Fausto Bagatti Valsecchi che ne è stato fondatore insieme al padre Pasino e alle sorelle Cristina, Anna Maria e Fausta. Dopo una lunga ed intensa vita ricca di battaglie in favore del patrimonio artistico e del paesaggio, l’architetto Pier Fausto Bagatti Valsecchi ci ha lasciati il 14 ottobre scorso, consegnandoci una grande eredità che il nuovo direttore raccoglie, con il desiderio di far conoscere ad un pubblico sempre più vasto il patrimonio custodito nello splendido scrigno di via Gesù.

Con grande soddisfazione per il lavoro svolto in sinergia, Camilla Bagatti Valsecchi, Presidente della Fondazione, dichiara di «essere felice per la nomina di Antonio D’Amico come direttore, in quanto grazie al suo lavoro, il nostro museo, negli ultimi anni, è diventato un luogo sempre più inclusivo nello spirito dei miei avi che avevano immaginato questa casa come un cenacolo di cultura e dove l’armonia tra le arti potesse consentirci di vivere una vita immersi nella bellezza».

Il nuovo direttore accoglie l’incarico «con grande gioia, in quanto sono consapevole di portare avanti un’importante missione che ricevo da Pier Fausto Bagatti Valsecchi, il quale affermava che “chi fa un museo ha la speranza che possa durare in eterno”. Dal canto mio, sono fiducioso che il progetto del Museo Bagatti Valsecchi che confido di portare avanti insieme alla Presidente e al mio staff, possa essere quello di un centro nevralgico di commistione tra le arti».

Articoli correlati