I Carabinieri di Borgomanero hanno arrestato un nigeriano, molestava le donne per strada

Condividi articolo:

Violenza sessuale aggravata, atti persecutori ed atti osceni in danno di giovani donne su pubblica via: queste le accuse con le quali i Carabinieri della Tenenza di Borgomanero hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di misura di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Novara nei confronti di un uomo di origine nigeriana, domiciliato nella provincia di Novara ma di fatto senza fissa dimora. I militari hanno richiesto all’Autorità Giudiziaria l’emissione del provvedimento a seguito dei numerosi indizi raccolti a carico dell’uomo dopo che, negli ultimi mesi, numerose donne si erano rivolte ai Carabinieri di Borgomanero per segnalare episodi di pesanti e reiterate molestie subite, spesso nelle vicinanze della tratta ferroviaria Omegna – Borgomanero – Novara. L’attività d’indagine svolta ha quindi permesso di individuare come probabile responsabile di tutti gli episodi l’arrestato che, svolgendo l’attività di mendicante in differenti zone della provincia, faceva uso proprio del treno per i propri spostamenti.
L’Arma dei Carabinieri invita a segnalare presso le proprie caserme o al numero di emergenza 112 ogni reato o episodio riconducibile alla violenza di genere e ai reati a sfondo sessuale. Per il contrasto a questo odioso fenomeno l’Arma della Compagnia di Arona dispone, oltre che di personale formato per affrontare la delicata materia, anche di una stanza apposita per poter accogliere le vittime nel massimo della tutela, realizzata in seno al progetto “Una stanza tutta per sé” con il contributo di Soroptimist International d’Italia, Club Alto Novarese

Articoli correlati