Frana Val Bognanco, le misure previste dal protocollo d’emergenza

Condividi articolo:

Per le prossime due settimane sarà impossibile raggiungere in automobile la Val Bognanco: troppo rischiosa, infatti, una riapertura immediata della strada con il versante montuoso ancora così instabile.
Per tentare di far fronte ai disagi degli abitanti è così stato attivato un protocollo d’emergenza, atto a garantire sicurezza, prime necessità e presidio medico sanitario alla popolazione della valle. Il protocollo, attivato in sinergia tra la Provincia del VCO, il Comune di Bognanco e le forze di soccorso prevede tra le altre cose l’utilizzo della strada alternativa che da Bognanco arriva alla frazione Pioi e procede poi verso Vagna, con un tratto finale pedonale della lunghezza di circa un km. Da Vagna verrà poi attivato un servizio navetta fino a Domodossola. Si tratta di una soluzione pensata per chi non ha grosse difficoltà motorie ed è dunque in grado di affrontare questa breve camminata; per tutti gli altri, in caso di serie esigenze principalmente di natura sanitaria, si attiverà invece l’elisoccorso.

Una situazione dunque complessa, con molte incertezze legate anche al maltempo previsto per i prossimi giorni che potrebbe rallentare i lavori e rendere molto più difficoltosi gli interventi dell’elisoccorso.

Articoli correlati