Florido Barale premiato con la ‘benemerenza di bronzo al merito del ciclismo’

Condividi articolo:

Lo scorso sabato presso la Cappella di Sant’Uberto, capolavoro dello Juvarra, all’interno del complesso della Reggia a Venaria Reale che l’anno prossimo sarà location di partenza del Giro d’Italia, si è tenuto il Gran Galà del Ciclismo piemontese. Tra i tanti premi consegnati anche una importante benemerenza a Florido Barale, Presidente del Pedale Ossolano, per il suo costante e grande impegno a favore del ciclismo giovanile. Su proposta del Presidente della Federciclismo, il consiglio federale gli ha infatti assegnato la Benemerenza di Bronzo al Merito del ciclismo. Una grande soddisfazione per l’ossolano; figlio del grande Germano Barale e nipote di Giuseppe, icone del ciclismo locale, e padre di Francesca. Due anni da professionista per lui (90 e 91), prima di diventare organizzatore di gare amatoriali, imprenditore nel ramo della vendita di biciclette e presidente del club granata. A consegnare la benemerenza era presente anche lo stesso presidente Fci Cordiano Dagnoni insieme al presidente del comitato regionale Massimo Rosso.

Articoli correlati