Elezioni Gattico Veruno : Bacchetta sfiderà Casaccio

Condividi articolo:

A Gattico Veruno sarà Alessia Bacchetta, con la lista civica “Impegno Comune”, a contrastare la rielezione del sindaco uscente Federico Casaccio. Bacchetta, avvocato, è già stata vicesindaco nella Giunta di Andrea Zonca. Afferma la candidata: “Un gruppo di persone mi sta accompagnando. Il nome della lista rappresenta l’impegno che noi candidati, mettiamo in campo. In esso raggruppiamo il concetto di senso civico, l’idea del buon governo e del mettere insieme le forze con responsabilità e trasparenza. Il sostantivo “comune” rimanda all’idea tanto del progetto che raggruppa più persone, quanto della “cosa pubblica” come istituzione comunale. Il simbolo è semplice ed essenziale e reca nella parte superiore un fiore stilizzato a 5 petali a rappresentare le località che costituiscono il nostro paese, ognuna differente, ma ciascuna essenziale a comporre la figura. La parte sottostante è blu, colore che unito al rosso del fiore vuole richiamare i colori del nostro stemma comunale, accompagnati da un evidente tricolore”. Federico Casaccio, medico in pensione, mira alla rielezione. Dice: “Dopo l’annuncio della consigliera di minoranza, Alessia Bacchetta, ho pensato di ripropormi per un secondo mandato per proseguire con le opere realizzate o che sono ancora in programma. Presenteremo i nostri programmi condivisi con la popolazione, tuttavia ritengo che chi ha voluto la fusione dei Comuni di Gattico-Veruno, può affermare di essere vicino alla cittadinanza. Al di là della operatività puramente materiale, abbiamo seguito costantemente le esigenze delle famiglie durante il periodo di Covid, facendo sentire la nostra vicinanza ad anziani e giovani, non solo a parole, ma con i fatti. La nostra presenza sul territorio è sempre costante e giornaliera e non solo in periodo pre elettorale. La nostra attenzione è proseguita anche negli anni successivi, seguendo con attenzione le esigenze delle famiglie, dei nostri studenti e degli anziani. L’attenzione al sociale è sempre stata ed è una nostra prerogativa e lo sarà anche nel futuro”.
Saranno i cittadini l’8 e 9 giugno a scegliere chi li dovrà amministrare nei prossimi cinque anni.

Articoli correlati