E’ ufficiale: la Regione ha deciso di non concedere il Liceo Sportivo né al “Cavalieri”, né al “Gobetti”

Condividi articolo:

Come era trapelato e vi avevamo anticipato la settimana scorsa, non sarà attivato l’indirizzo di Liceo Sportivo in nessuna delle due scuole che ne avevano fatto richiesta, il “Cavalieri” di Verbania e il “Gobetti” di Omegna. Ora la decisione è ufficiale.
In proposito interviene la sindaca di Verbania Silvia Marchionini: “La conferma che la Regione Piemonte, sulle richieste di istituzione del nuovo Liceo a indirizzo sportivo giunte dal Cavalieri di Verbania e dal Gobetti di Omegna, ha deciso di non procedere su nessuno dei due è una notizia molto negativa per tutto il territorio”.
E prosegue: “Innanzitutto segnala che la Provincia del Vco con il consigliere delegato Albertella non ha minimamente gestito adeguatamente la questione, con l’assenza all’incontro a fine novembre tenuto dall’assessore regionale Chiorino e le scuole interessate.
E’ mancato un qualsiasi ruolo, sia di appoggio alle proposte sia di programmazione con le scuole (era del tutto evidente che occorreva evitare due candidature); invece si sono fatte dichiarazioni altisonanti contrapposte però ad atteggiamenti nei fatti pilateschi. L’insuccesso è per tutto il Vco, una delusione per gli alunni, i docenti, il sistema scolastico, le associazioni sportive che hanno lavorato a questi progetto”.

E alle dichiarazioni di Marchionini è seguita già la replica del consigliere provinciale Giandomenico Albertella: “Probabilmente il Sindaco di Verbania dimostra allergia alle istanze che nascono dal basso in questo caso dagli istituti Scolastici (definiti autonomie scolastiche) come previsto dalle norme vigenti e nel loro totale rispetto e dell’autonomia scolastica ha operato la Provincia.
Alla luce di quanto sta avvenendo nella nostra città è quantomeno curioso e paradossale ascoltare dalla voce del sindaco la sconosciuta parola “programmazione”! Piuttosto dedichi il suo tempo a revocare l’ordinanza di chiusura del “pozzo 1” di captazione di acqua potabile evitando di creare un danno all’ambiente e alla comunità di Verbania!”
Il riferimento è ai lavori previsti in piazza Fratelli bandiera a Intra.

Articoli correlati