Dagnente, presentato il progetto di restauro del campanile della chiesa di San Giovanni Battista

Condividi articolo:

Gli abitanti di Dagnente sono intervenuti alla presentazione delle opere di restauro del campanile della chiesa della frazione collinare. La parrocchia è quella di San Giovanni Battista. Ben due Presidenti della Repubblica si sono adoperati nel tempo, attorno agli anni Sessanta – Settanta, per far avere contributi alla manutenzione del campanile, sono Giovanni Gronchi che aveva scelto Dagnente per i suoi periodi di vacanza nella casa della sorella e Oscar Luigi Scalfaro.
Con la Parrocchia è stato promosso un incontro con architetto e restauratori per illustrare il progetto del risanamento conservativo, con i prospetti esterni, la cuspide, le campane e l’illuminazione. Erano presenti il parroco, don Claudio Leonardi e il vice don Roberto Salsa. L’architetto Silvia Angiolini ha illustrato il progetto e Gianluca Vacchini ha spiegato il ruolo della Fondazione Comunità del Novarese quale ente sostenitore di parte delle spese.
Antonio Zonca, storico e scrittore, ha raccontato la storia del campanile, e le sue vicissitudini dovute alle intemperie degli ultimi cinque secoli.

Si può sostenere il progetto con donazioni. E’ attivo il conto corrente postale n° 18205146, con la causale: “Restauro campanile di Dagnente”; oppure attraverso bonifico Bancoposta con il codice Iban IT63T0760110100000018205146, a favore della Fondazione Comunità del Novarese onlus, causale “Restauro campanile di Dagnente”. O ancora Conto Paypal intestato a Fondazione Comunità del Novarese, all’indirizzo e-mail donare@fondazionenovarese.it, stessa causale.

Articoli correlati