Capitano Ultimo a Verbania: “Togliere i diritti politici e al lavoro ai mafiosi che non collaborano e ai loro familiari”

Condividi articolo:

Sergio De Caprio, Capitano Ultimo, che nel 1993 arrestò Toto Riina, ha deciso di mostrare il suo volto per impegnarsi in politica. E’ infatti candidato alle Europee per la lista Libertà di Cateno De Luca. Ieri è arrivato a Verbania per sostenere la campagna elettorale di Michael Immovilli. E ha parlato anche di lotta alla mafia. “Abbiamo il dovere di chiudere un percorso di lotta che ci è costato tantissimo come sangue e come danno all’economia. Dobbiamo completare la nostra legislazione emergenziale, cioè il 41bis e l’ergastolo ostativo e la legislazione premiale nei confronti dei collaboratori di giustizia, con due azioni chiare: chiudere l’esercizio dei diritti politici ai mafiosi che non collaborano e ai loro familiari, a meno che non dimostrino di non sostenerli in alcun modo, chiudere il mondo del lavoro ai pentiti che non collaborano e ai familiari che non recidono ogni contatto con loro. Questo è vincere la mafia”. Presente alla serata anche l’on. Laura Castelli.

Articoli correlati