Bulè Bellinzago in crisi

Condividi articolo:

Che fine ha fatto il Bulè Bellinzago? E’ la domanda che si pongono un po’ tutti gli addetti ai lavori. Il ko di ieri a Borgaro, terza sconfitta consecutiva per i tigrotti, amplifica il momento negativo della squadra di Molinaro, che sembra ormai dover abbandonare i sogni di primato. La vetta della classifica ora è lontana, troppo lontana, ma sono addirittura i play-off ad essere in discussione. Una situazione impensabile un mese fa, quando il Bulè era considerata da molti come la favorita per la serie D. Invece qualcosa si è inceppato nel meccanismo che sembrava perfetto di Latta e compagni: in attacco si segna di meno, ma è soprattutto la fase difensiva  a fare acqua da tutte le parti. Troppi gol subiti, figli di disattenzioni, errori banali ed anche di una condizione psicofisica che in questo momento non è ottimale. I valori assoluti non cambiano, perchè la squadra di Molinaro rimane, a livello di rosa e di nomi, una delle migliori di questa Eccellenza. Ma per rientrare nelle prime cinque, obiettivo minimo anche alla luce degli sforzi e degli innesti fatti dal presidente Blasi, serve una netta inversione di rotta. Il Bulè ieri a Borgaro si è fatto sorprendere dall’energia e dalla qualità dei padroni di casa, a segno due volte nel primo tempo prima con D’Ippolito e poi con Tindo. Ci hanno provato i tigrotti, ma anche la fortuna non è amica del Bulè: a chiudere i conti nel secondo tempo ci ha pensato ancora D’Ippolito, autore di una doppietta. Domenica con il Lascaris la partita che il Bulè non può fallire per non vedere sfumare anzitempo le sue ambizioni.

Articoli correlati