Al Museo del Paesaggio di Verbania inaugurata la prima mostra dedicata al pittore-esploratore Guido Boggiani

Condividi articolo:

Una mostra che per la prima volta indaga l’artista Guido Boggiani, noto pittore, etnologo, esploratore ed antropologo. Sarà allestita fino al 3 novembre 2024 a Palazzo Viani Dugnani del Museo del Paesaggio di Verbania, sul Lago Maggiore (Piemonte). “Più oltre, più oltre nel nuovo”. I viaggi di un artista: Guido Boggiani a cura di Aurora Scotti con Federica Rabai e Stefano Martinella propone una cinquantina di opere tra tele, disegni, documenti anche inediti e riproduzioni fotografiche che ripercorrono buona parte del percorso artistico di Boggiani e dei suoi viaggi. L’esposizione sarà accompagnata da una serie di eventi collaterali.
Quattro le sezioni che ripercorrono la sua vita e i suoi viaggi: dal Lago Maggiore agli anni romani con la crociera con D’Annunzio in Grecia, dalle esplorazioni in Sudamerica a stretto contatto con le popolazioni indigene all’eredità di Boggiani.

Il titolo della mostra “Più oltre, più oltre nel nuovo” è una citazione da Maia, il poema di Gabriele D’Annunzio pubblicato nel 1903 dove il Vate ricorda con commozione l’amico Boggiani da poco scomparso; lo definisce un Ulisside, spinto dalla sete di conoscenza ad avventurarsi sempre “più oltre, più oltre nel nuovo”.

“Questa mostra vuole riconsiderare la vita e l’opera pittorica di Guido Boggiani, formatosi a Milano all’Accademia di Brera seguendo le linee di ricerca di Filippo Carcano e in parallelo con Eugenio Gignous ma poi attivo in più contesti, lontani dalla sua terra natale. Ripartendo dalle ricerche fatte da Guido Cesura a metà degli Anni Ottanta, abbiamo cercato di collegare gli approfondimenti sull’artista all’importante fondo di disegni in possesso del Museo del Paesaggio e fino ad ora pressoché inediti, in parte relativi alle esperienze giovanili e romane del pittore” spiega la curatrice Aurora Scotti. “Indagare e raccontare l’artista Boggiani da tempo era nelle intenzioni del Museo del Paesaggio. Disegni e tele della nostra collezione sono stati messi in sicurezza e restaurati proprio in occasione della mostra” aggiunge la conservatrice del museo Federica Rabai.
La mostra vanta diversi eventi collaterali ed è organizzata dal Museo del Paesaggio con il sostegno di Comune di Verbania, Regione Piemonte, Fondazione Cariplo, Lions Club Verbania.

Articoli correlati