logo1

Tour de France 2019: niente Vallese...

tour2019 alpiPresentato il Tour de France, niente arrivo a Crans Montana come paventato dalla stampa vallese ma sulle Alpi arrivi a Valloire, Tignes e Val Thorens, nella vicina Svizzera si dovrebbe arrivare nel 2020 dopo che l’anno prossimo vi arriverà il Criterium del Delfinato…

Niente Crans Montana al Tour de France, almeno per il 2019. La Grand Boucle è stata presentata ieri e di tappe nel Vallese nemmeno l’ombra. Sconfessate dunque le indiscrezioni della stampa elvetica che davano per probabile la cosa. Nel centenario della maglia gialla il Tour che partirà da Bruxelles farà arrivi in salita a La Planche des Belles Filles (addirittura più in alto del solito, con un finale sullo sterrato) nella prima settimana, toccherà i Pirenei con un arrivo a Bagneres de Bigorre, e dopo una breve cronometro a Pau ecco un traguardo in vetta al Col de Tourmalet ed un altro a Foix sull’inedito arrivo in vetta al Prat d’Albis. Bello il finale sulle Alpi con la Embrun-Valloire che prevede i colli di Vars, Izoard e Galibier, la successiva Saint Jean de Maurienne – Tignes con il Col d’Iseran e la scalata finale verso la stagione sciistica ed infine la Albertville – Val Thorens con Cormet de Roseland, Cote de Longfoy e soprattutto con la salita finale, che mancava al Tour dal 1994, non durissima ma lunga ben 33.4 km sino ai 2365 metri del traguardo. E la Svizzera? Come mai il sindaco di Crans Montana è stato invitato a Parigi al vernissage del Tour? Notoriamente quelli di Aso in invitano o accreditano facilmente ed allora ecco il perché. Crans Montana presto avrà il Tour, almeno così si dice, probabilmente già nel 2020, c’è anche un indizio in più: il fatto che nel 2019 arriverà in terra elvetica (probabilmente a Champery) una tappa del Criterium del Delfinato, corsa a tappe che anticipa il Tour. Spesso gli organizzatori di Aso prima o dopo una tappa del Tour assegnata, ‘rifilano’ alla località anche una tappa di una ulteriore corsa che organizza. Per esempio nel 2011 quando il Tour de France arrivò a Pinerolo si fece anche successivamente una doppia tappa del Tour de l’Avenir a Fossano e Alba oppure, restando alla Svizzera; Finhaut Emosson accolse il Delfinato nel 2014 ed il Tour de France nel 2016. Insomma tutto lascia pensare che la tappa di Crans Montana si farà nel 2020 anche se, attenzione, c’è anche un esempio poco positivo. Dopo i mondiali del 1996 a Lugano la città di Locarno, con in testa l’uomo forte del ciclismo locarnese Daniele Franscella (che ci raccontò questa storia; ndr), richiese una tappa del Tour: arrivarono risposte positive dagli organizzatori, su tutti del patron Jean Marie Leblanc, del tipo : “Oui mon amì..nel 97 ci sarà una tappa elvetica a Friburgo ma per il 98 si può fare”. Nel 1998 il Tour arrivò si in Svizzera ma a Neuchatel: “Nessun problema, pas de problème, cari amici locarnesi – dissero gli organizzatori - niente Svizzera nel 1999 perché arriveremo in Italia ma per il 2000 considerate Locarno città di tappa,oui oui c’est bon…”. E nel 2000 la corsa gialla fece tappa a… Losanna, i locarnesi si sentirono giustamente presi per i bassifondi e ritirano l’idea di avere il Tour de France. Staremo a vedere…

GT

Pin It

GUARDA LA TV LIVE

Sport

Mercoledì, 21 Novembre 2018
Verbania Rugby vince sull'Aosta
Mercoledì, 21 Novembre 2018
Csi, il ricordo di Maicol
Martedì, 20 Novembre 2018
SCIvolare, tappa a Cannobio
Martedì, 20 Novembre 2018
Torna il Teddy Bear Toss con la Mamy
Martedì, 20 Novembre 2018
Giovanili Paffoni, sfiorato en-plein

Pubblicità-sport

loghi sport

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa