logo1

Basket 2017: scivolate e ripartenze…

La Paffoni che arriva in finale play off ma perde contro Orzinuovi salvo poi ripartire in maniera spedita nel torneo attuale, la Vinavil Cipir che retrocede dalla B ma che in C corre forte, Oleggio che mantiene la terza serie nazionale e corre forte, il resto del nostro basket edizione 2017..

fulgor gioco 2017 2018

 

Una Fulgor sempre al top, una Vinavil Cipir che dapprima perde la B e poi lotta per tornarci, Oleggio che si salva ed inizia un nuovo campionato da protagonista, tante altre cose belle nel basket del 2017 verso un 2018 di soddisfazioni

GRANDEUR ROSSOVERDE

Il 2017 rossoverde inizia con una squadra che falcidiata dagli infortuni resta comunque in alta classifica, in Coppa Italia nelle finali di Bologna i rossoverdi lottano ma perdono la gara dei quarti ad Ozzano contro Cuore Napoli, poi vincitore, per 76-73. I tanti infortuni porteranno Omegna a perdere la leadership nel girone ma ai play off, dove la squadra arriva stanca da un torneo pieno di problematiche, è grande protagonista nel raggruppamento che qualifica alle finali. Pochi problemi ad eliminare Scandiano in due partite ai quarti, spettacolare e commovente la serie di semifinale contro la forte Piacenza di Soragna. I rossoverdi al PalaBattisti vincono le prime due gare, Piacenza le altre due al PalaBanca. Si va ad una tiratissima gara 5 nel quale passano i rossoverdi centrando la finale contro Agribertocchi Orzinuovi. Contro la formazione di Alessandro Crotti sia perché la squadra è ormai spremuta dalla fatica, sia perché obiettivamente i bresciani sono stati qualcosa di più la serie si risolve in tre partite. Gli avversari vanno sul 2-0 nel due match in casa e chiudono i giochi a Verbania dove i rossoverdi salutano la stagione con applausi ed Orzinuovi si qualifica per le finalissime che la manderanno in A2. Il campionato attuale vede la conferma di coach Ghizzinardi e dello zoccolo duro sella squadra a partire da Simoncelli, Villa, Arrigoni e Fratto (lasciano Gasparin per andare in A ed altri come Corral ) con l’aggiunta di top player come Dip, Milani (che gioca pochissimo per infortunio) Benedusi, Torgano e giovani di vaglia come Brigato e Di Pizzo. La squadra è abbastanza in giocabile per tutti, perde solo a Milano facendosi tirare in mezzo ad un assurdo teatrino di Laudoni, è campione dì’Inverno, qualificata alla finali di Coppa e se la lotterà fino in fondo per tornare in A.

DOMO CADE MA SI RIALZA, OLEGGIO SALVEZZA E RIPARTENZA

La Vinavil Cipir ad inizio del 2017 è in piena lotta per mantenere la categoria, di certo gli ossolani mettono in campo tutto quello che possono per restare in B ma gli infortuni falcidiano la squadra di Alessio Fioravanti: si fanno male tra gli altri Luca Falconi, Maurizio Realini. Troppo per una squadra che se la deve giocare soprattutto sullo spirito di gruppo. I risultati iniziano a mancare ma Domo almeno ci mete sempre il cuore. La salvezza diretta inizia a diventare una chimera a causa dei troppi guai, tanto vale puntare almeno ai play out. Tutto resta aperto sino alla giornata conclusiva. Gara da dentro o fuori con la Pino Dragons Firenze. Chi vince è in post season, chi perde retrocede. La gara è tiratissima, ultima palla a Domo sul 67-67; Realini per D’Andrea che penetra e mette nel cesto: 69-67, panchina in campo e Domo ai play out. No! Gli arbitri annullano, il tempo era scaduto. Polemiche infinite e si gioca l’overtime. 71-74 Firenze E’ ancora Domo ad avere la palla del secondo overtime, sempre Realini che marcato scarica a D’Andrea. La sua tripla però si infrange sul ferro e la Vinavil Cipir è retrocessa in C gold. Il nuovo anno vede in panchina l’arrivo di Enrico Fabbri che guida una formazione di alto livello con i ritorni di Kuvekalovic, e Bertona e gli arrivi di gente come il play Tommei o il lungo Zeneli, peraltro nazionale albanese. A fine 2017 gli ossolani sono secondi a due punti dalla capolista Crocetta. Mamy Oleggio ha disputato la scorsa stagione con l’assillo della salvezza. I ragazzi di Franco Passera, vecchia volpe della categoria ad un certo punto pare spacciata ma riesce a conquistare i play out peraltro dopo una stagione non facile che ha visto l’arrivo di Spatti come momento cardine. I play out contro Siena sono una sinfonia: 2-0 nella serie e salvezza centrata. Confermato Passera, con una squadra rinforzata è addirittura sesta in B.

IL RESTO DEL BASKET

La Viking Arona continua in C silver con Marco Bussoli in panchina, il DCasa Poli Opposti Cestistica Domodossola lotta in Serie D unitamente a Vega Occhiali InContro Gravellona. Entrambe le squadre si danno da fare per portare risultati e mantenere la categoria senza problemi.

GT

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa