logo1

Arona: Andrea Pirali, 52 anni, è deceduto ieri un'ora dopo il vaccino. Domani l'autopsia

Questa mattina le vaccinazioni al Pala Green di Arona sono riprese regolarmente e non ci sono state rinunce. La scheda del Pirali è stata sequestrata dai carabinieri di Arona su mandato del pm Fabrizio Argentieri, della Procura della Repubblica di Verbania

Ha destato molta commozione ad Arona e nella frazione di Mercurago, dove abitava, la triste

notizia della morte di Andrea Pirali. Aveva cinquantadue anni. Domenica pomeriggio, poco dopo le

quindici si era recato al centro vaccinale Pala Green di via Monte Zeda dove gli è stato

somministrato il farmaco Pfizer, ha atteso i quindici minuti previsti e ha fatto ritorno nella propria

abitazione in via Cadorna a Mercurago. Dopo un’ora accusato un malore alla quale ha fatto seguito

il fulmineo arresto cardiaco. Il medico del 118, quando è arrivato, non ha potuto fa altro che

accertarne il decesso. Il dottor Bartolomeo Ficili responsabile del Distretto Sanitario di Arona ha

confermato il buono stato di salute del Pirali, dice:<Sulla scheda che ha compilato non apparivano

patologie, allergie e nemmeno l’assunzione di medicinali che potessero far presagire una morte così

repentina. Bisognerà attendere l’autopsia per verificare le concause che hanno portato al decesso>.

Come hanno confermato anche i familiari, per la vittima non c’era mai stato un ricovero ospedaliero

in tutta la sua esistenza. La famiglia Pirali è molto conosciuta, assai attiva anche in parrocchia. Il

padre Pier Angelo era deceduto qualche anno fa, Andrea viveva nella villetta di famiglia con la

madre Maria Vittoria. <Persona cordiale, ma molto riservata> lo ricordano i vicini. Lavorava alla

Facom di Marano Ticino, in passato aveva operato anche per un’industria di Paruzzaro. Il sindaco

Federico Monti si è subito informato del fatto e ha portato il suo cordoglio alla famiglia. Questa

mattina le vaccinazioni al Pala Green di Arona sono riprese regolarmente e non ci sono state

rinunce. La scheda del Pirali è stata sequestrata dai carabinieri di Arona su mandato del pm Fabrizio

Argentieri, della Procura della Repubblica di Verbania, che ne ha disposto l’autopsia sulla salma,

che sarà eseguita martedì mattina. Solo dopo sarà stabilita la data dei funerali. Oltre alla madre, la

vittima lascia anche la sorella Barbara.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa