logo1

100 imprese in meno nel Vco nel periodo dell'emergenza sanitaria

Tra marzo e maggio nel Vco si sono registrate 117 iscrizioni in meno


Oltre 100 imprese in meno nel VCO durante il lockdown. Lo dicono i dati diffusi dalla Camera di Commercio del Verbano Cusio Ossola. Dagli uffici di Baveno riferiscono che le nuove imprese nate nei mesi di marzo, aprile e maggio 2020 sono state esattamente la metà rispetto allo stesso trimetre del 2019.

Tra marzo e maggio, il Registro Imprese segnala per la nostra provincia 117 iscrizioni in meno. Una chiara indicazione delle difficoltà riscontrate dalle imprese in questo periodo. Il settore turistico è tra i più colpiti: una sola nuova realtà aperta durante il lockdown a fronte di 17 aperture avvenute nel 2019 (-94%). Pesantemente negativi anche i saldi dei comparti legati ai servizi alle persone (-83%) e attività immobiliari, nessuna nuova impresa iscritta. In flessione pure le attività commerciali (-35%). Sembrano tenere, almeno in questi mesi, la attività legate alla manifattura, anche se è il mese di marzo che ha registrato 5 delle 8 nuove aperture.

L’andamento degli indicatori legati al mondo delle imprese e del mercato del lavoro verrà monitorato nel corso dei prossimi mesi.

L’andamento della nostra provincia è in linea, purtroppo, con la media nazionale e regionale dove si evidenziano flessioni che vanno oltre il 40%, in Piemonte la percentuale negativa sfiora il 45%.

La
pandemia mostra di aver già colpito duramente in diverse regioni del Nord e del
Centro. Sul fronte opposto della graduatoria, con dati quindi meno pesanti
anche se comunque negativi, si incontrano diverse regioni del Mezzogiorno.

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa