logo1

Contrordine compagni: niente Giro 2020 nel Vco!

Nulla da fare: nonostante voci ed indiscrezioni anche importanti il Giro d’Italia del 2020 non farà tappa nel Vco, i contatti tra Verbania, San Domenico, Borgomanero ed il direttore Mauro Vegni si sono conclusi con un ‘ne riparliamo per il 2021’…

giro verbania 2015

La pizzichevole penna di Giovannino Guareschi era solita iniziare con la frase ‘controdine compagni’ le sue caricature che diedero vita alla saga di Don Camillo e Peppone. Lo facciamo anche noi riferendoci agli appassionati di ciclismo della zona: Contrordine compagni, nonostante le indiscrezioni plurime ed anche qualche conferma il Giro d’Italia nel 2020 non arriverà in zona. Se fino a una ventina di giorni or sono almeno un arrivo pareva cosa fatta adesso non è più così e per dirla alla Gerry Scotti: ‘è definitiva e la accendiamo’. A quanto pare, lo si scoprirà al momento del vernissage di metà ottobre, la corsa rosa del prossimo anno una volta terminate le tappe di montagna tra Dolomiti e Valtellina punterebbe alla Lombardia ed al basso/medio Piemonte prima del finale a Milano. Eppure gli incontri ci sono stati tra le località che erano interessate ad un arrivo. Iniziando da Verbania il contatto tra l’amministrazione ed il direttore della corsa rosa Mauro Vegni c’è stato a livello telefonico ma da subito l’appuntamento è stato rimandato; se ne può parlare per il 2021 pur con la necessità di incastrare qualche pedina economica che non riguarda tanto il comune ma altri enti. Il ‘ne riparliamo’ con Verbania tocca anche Borgomanero, che aveva fatto ‘comunella’ col capoluogo del Vco; nulla da fare nemmeno per la partenza dal luogo di nascita del mitico Pasqualino Fornara. E San Domenico? Noufficiale anche per la stazione sciistica sopra Varzo che largamente per tempo si era mossa per un arrivo di tappa inedito ma suggestivo ed i motivi sono un pochino quelli del no al capoluogo anche se lassù si tratterebbe anche di risolvere qualche problemino di livello logistico. Sopraluoghi ce ne sono però stati ed il Giro, si sa, se vuole può. Nulla di grave, il Giro prende altre strade magari nemmeno economiche ma sopratutto tecniche e ci può stare, vista l’enorme richiesta, succede spesso; i più attenti ricorderanno che per il Giro 2014 era praticamente definita una tappa da Santa Maria Maggiore a Ceresole Reale che all’ultimo momento venne tagliata come fosse la scena di un film, preferita all’arrivo in quel di Oropa. A Ceresole si è poi arrivati quest’anno sino alla diga del Serrù mentre la Vigezzo in rosa è rimasta solo una ipotesi sulla carta. Insomma niente corsa rosa nel Vco ma il seme è lanciato: Sia San Domenico che Verbania sono in corsa per il prossimo futuro, staremo a vedere e le rose che non sono fiorite in vista del 2020 potrebbero farlo nel 2021...

GT

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa