logo1

Si preannuncia uno spettacolo davvero avvincente in occasione del Round 5 in programma il prossimo weekend al Castelletto Circuit di Castelletto di Branduzzo (PV). Il percorso, rispetto al Round 2 è stato leggermente ritoccato e ora è lungo 1.280 m (1.310 m il 1° giro), suddiviso in 70% asfalto e 30% sterrato, con un Joker Lap piuttosto breve: 70 metri.Ricordiamo che la prova lombarda, di coefficiente punti 1,5, è valida anche per il Campionato Austriaco e per il Campionato FIA CEZ (Central European Zone). Questo fatto ha portato a essere presenti molti piloti d’oltralpe: sono ben otto le nazioni rappresentate: Italia, Austria, Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca, Svizzera, Slovacchia e Belgio.

Primo giro di tre speciali sotto il maltempo per il Rally 2 Laghi-Rally dell’Ossola. In classifica giocano Davide Caffoni e Max Minazzi (Renault Clio S1600), con 7 decimi su Bruni ed Esposito sulla medesima vettura, terzi Bocchio e Natoli. I successi parziali sono andati a Bracchi e Doglio (Peugeot 106) a Fomarco, in una prova sotto il temporale, Caffoni e Minazzi vincono a Montecrestese mentre Bruni si prende San Domenico con Caffoni che balza in testa… Oggi secondo giri delle stesse tre speciali…

Ancora poche ore per iscriversi all’evento che celebrerà il ritorno, dopo un anno e mezzo, dei fuoristrada a Maggiora Offroad Arena.Il prossimo weekend si terrà infatti Maggiora 4x4 Experience Summer Edition, il raduno dedicato a tutti i fuoristrada, e le iscrizioni si chiuderanno il 24 alle ore 18.

Altra grande performance per il giovanissimo ossolano Igor Iani navigato da Nicola Pugliani al Rally di San Marino, nella Suzuki Rally Cup e nel Campionato Italiano R1. Ha vinto Simone Goldoni con Alessandro Mattioda ma l’equipaggio targato New Turbomark con la Suzuki Swift Sport Hybrid ha davvero sciorinato una gara da ricordare ed ha completato il podio Suzuki davanti al trentino Roberto Pellé con Giulia Luraschi sulla versione Sport 1.6 della Swift.

Non è mancato proprio nulla ieri a Maggiora Offroad Arena, con sorpassi, duelli, incidenti (sempre senza alcun danno per i piloti) e anche qualche piccola polemica, subito rientrata: insomma, il Round 4 ha confermato la grande spettacolarità del Rallycross.

GUARDA LA TV LIVE (2)

Pubblicità-sport

loghi sport

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa