logo1

Ex sportivi in cattedra a Domo

 

Bella iniziativa per gli studenti delle primarie domesi, che avranno come docenti per un giorno ex campioni degli sport invernali. Iniziativa voluta da Fisi, Alpi Centrali e comune

azzurrasport logoGrazie alla collaborazione tra l’Amministrazione Comunale di Domodossola e il Comitato Alpi Centrali della Federazione Italiana Sport Invernali nelle giornate di lunedì e mercoledì 20 e 22 febbraio alcuni ex atleti delle discipline sportiveinvernali incontreranno e interagiranno senza filtri con i bambini delle scuole primarie di Domodossola.

L’intento è quello di promuovere e stimolare la pratica degli sport invernali, che in un territorio come quello ossolano hanno uno scenario privilegiato e rappresentano una risorsa economica e sociale, attraverso l’esempio e la testimonianza di chi ha vissuto lo sport ai massimi livelli senza mai trascurare i principi della correttezza e dell’educazione e utilizzandolo come uno strumento di benessere e crescita personale.

Tre gli appuntamenti in programma: lunedì 20 al mattino e mercoledì 22 al pomeriggio presso le scuole Kennedy con gli alunni del Secondo Circolo Didattico; mentre mercoledì 22, al mattino, al Teatro Galletti con i bambini del Primo Circolo Didattico.

Protagonisti della prima giornata i “padroni di casa” Maurizio Oioli (skeletonista che ha partecipato due volte alle Olimpiadi: Sochi 2014 e Torino 2006) e Costanza Zanoletti (anche per la vigezzina due partecipazioni alle competizioni a cinque cerchi: Vancouver 2010 e Torino 2006, dove centrò il quinto posto). Nella giornata di mercoledì ad Oioli e Zanoletti si aggiungeranno il Presidente del Comitato FISI Alpi Centrali, Franco Zecchini, e Pietro Vitalini, indiscusso protagonista della nazionale italiana di sci negli anni ‘90. Madrina di tutti gli appuntamenti sarà Guidina Dal Sasso, che non ha certo bisogno di presentazioni

“È importante-così l'assessore allo sport di Domodossola Angelo Tandurella- che i nostri ragazzi si avvicinino all’attività sportiva e si confrontino con modelli di stile di vita sano sotto ogni punto di vista; in tale contesto riteniamo fondamentale che capiscano quali siano le potenzialità e la bellezza delle discipline invernali, che hanno anche il vantaggio di avvicinare alla natura e in particolare alle nostre montagne, un patrimonio che le giovani generazioni è bene conoscano e apprezzino. Ringraziamo gli operatori scolastici che hanno subito accolto l’iniziativa”. 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa