logo1

Wollongong 2022: sabato la gara in linea donne, Elisa c’è!

Ai mondiali di Wollongong è tempo di gare in linea, sabato quella delle donne elite con Elisa Longo Borghini che insieme ad Elisa Balsamo sarà una delle due punte azzurre del Ct Sangalli; si attende la solita ‘partita’ ascacchi con la nazionale olandese senza Wiebes e con Van Vleuten in dubbio…

Mentre l’Uci ha assegnato nel congresso plenario tenutosi ieri le edizioni dei mondiali prossimi (2023: Glasgow, prima edizione del ‘supermondiale a cadenza quadriennale che abbraccia strada, fuoristrada e ciclismo paralimpico, 2024: Zurigo, 2025: Kigali, primo mondiale africano della storia, 2026: Montreal in Canada e 2027: seconda edizione dei ‘supermondiali’ assegnata all’Alta Savoia, Francia, con tanto di benedizione del Presidente Emanuel Macron) l’attenzione ai mondiali di Wollongong si è spostata sulle gare in linea ed in particolare, per noi, a quella delle donne elite di sabato mattina. Il via da Helensburgh per affrontare un primo tratto in linea spesso lungo la costa dell’Oceano Pacifico. Subito dopo ecco un primo circuito con la salita del Mount Keira (8.7 km con pendenze medie del 5%, punta massima al 15%) che potrebbe dare una prima seria scremata. Terminato questo anello le atlete affronteranno sei giri di un tracciato simile a quello delle prove a cronometro con il breve  ma duro strappo del Mount Pleasant (punta massima di pendenza al 14%) per un totale di 164.3 km. Gara da interpretare, aperta a più soluzioni, che lascia pensare ad un possibile arrivo di un gruppo, magari non numerosissimo, Attenzione perà, seppur non vicinissimo al traguardo il Mount Plaesant può diventare un interessante trampolino di lancio per qualche azione interessante. Il CT della nazionale italiana Paolo Sangalli ha definito la rosa delle atlete che correranno Elisa Longo Borghini, Elisa Balsamo iridata uscente, Marta Bastianelli, Sofia Bertizzolo, Elena Cecchini, Silvia Persico e le due under Silvia Zanardi e Vittoria Guazzini (si assegna anche il primo titolo under in linea della storia). Riserve dunque Soraya Paladin ed Arianna Fidanza. Proprio il CT azzurro ha parlato di tattiche e rivalità: “Il nostro obiettivo è difendere il titolo e nello stesso tempo onorare la nuova categoria Under 23 – ha detto - la presenza di Vittoria Guazzini e Silvia Zanardi è una garanzia da questo punto di vista. A livello assoluto, inutile nascondersi: le olandesi partono ancora favorite. Noi possiamo contare su una squadra forte con Elisa Balsamo ed Elisa Longo Borghini punte di riferimento. Anche le due U23, se dovesse servire, lavoreranno per la squadra”. Eh si, Italia contro Olanda (ma non solo;occhi alle australiane, a gente come Ludwig, Kopecki), che a quanto pare ha perso una pedina importante come Annemiek Van Vleuten e non avrà Lorena Wiebes: la squadra sarà comunque fortissima con gente come Vos e Vollering. Dunque Longo Borghini e Balsamo capitane: una per inventare ed una per sprintare. Il via alle 4.30 italiane, arrivo tra le 8.45 e le 9.15).

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa