logo1

A Roubaix 20 biciclette rubate alla nazionale

Quattrocento mila euro di danno economico, 20 biciclette sottratte, 15 mezzi da pista comprese le fuoriserie Pinarello dorate utilizzate dagli inseguitori, brutta sorpresa alla nazionale Italiana ai mondiali di Roubaix, Pinarello lancia un sensibilizzazione per ritrovarle, le parole di Ganna…

Brutta sorpresa per la nazionale italiana presente in Francia ai mondiali di Roubaix che si chiudono oggi, nella notte tra venerdì e sabato sono state rubate 20 biciclette degli atleti azzurri, che erano state caricate sul furgone della Federciclismo per essere riportate in Italia. Il mezzo è stato scassinato e le bici sottratte presumibilmente da malviventi professionisti vista la ‘perfezione’ del colpo. Tra le venti biciclette anche 15 da pista, comprese le ‘Bolide’ Pinarello colorate d’oro, utilizzate dal quartetto e da Filippo Ganna nelle prove dell’inseguimento; quella vittoriosa a squadre e quella individuale, biciclette che partono da un valore di 25 mila euro l'una, per un danno economico totale che ammonta a 400 mila euro. La stessa Pinarello ha voluto intervenire sensibilizzando i propri followers sui social: “Tutte le bici sono dipinte con colori unici e la maggior parte con manubri personalizzati stampati 3D molto importanti per gli atleti. Chiediamo alla nostra comunità di follower e fan di segnalare a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. se vedete qualcuna di queste biciclette in vendita online”. Lo stesso Ganna è intervenuto con un comunicato sui social: “Non è tanto il valore del mezzo in se ma è quello che ci hanno tolto – ha scritto si Instagram – materiale che per quanto potrà essere sostituito non sarà più lo stesso, non saranno le biciclette che hanno vinto una olimpiade ed un mondiale”.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa