logo1

Si avvicina Imola 2020… e vanno forte….

Domani si chiude il Giro Rosa che sta mettendo in mostra una Elisa Longo Borghini in grande forma, Filippo Ganna alla Tirreno Adriatico stravince la cronometro finale. In vista dei mondiali di Imola della prossima settimana una buon punto di partenza c’è: i due stanno bene e vanno davvero forte…

Dopo la bella vittoria di Elisa Longo Borghini il Giro Rosa finisce domani a Motta Montecorvino con una tappa che tutto sommato promette bene vista la tanta salita. Se conosciamo bene Anna Van Der Breggen difficilmente si farà infinocchiare e probabilmente si andrà a prendere un Giro Rosa che senza il crash di Van Vleuten era bello che chiuso. Di certo Niewiadoma a 1’10’’, la stessa Elisa a 2’23’’ ed anche Cecilie Ludwig a 2’25’’ faranno gara scoppiettante. Al di là di come andrà a finire questa edizione della corsa rosa in rosa (peccato per i 4 minuti persi dall’ornavassese ad Arcidosso nella tappa delle strade sterrate per una crisi di calore) lo sguardo va avanti alla prossima settimana, ai Campionati Mondiali di Imola, che dopo la rinuncia del Vallese si è presa la kermesse con arrivo nella suggestiva cornice dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari dove negli anni di F1 (che ternerà a Novembre) hanno sfrecciato Gilles Villeneuve, Nelson Piquet, Alain Prost, Ayrton Senna e Michael Schumacher. Si, perché i nostri fiori all’occhiello del movimento ciclistico locale: Elisa Longo Borghini tra le ragazze e Filippo Ganna tra i ragazzi stanno bene. Elisa al Giro dopo aver vinto con la Trek Segafredo la cronosquadre, dopo aver indossato la maglia rosa e dopo i minuti persi ad Arcidosso ha attaccato ogni giorno, ha vinto la tappa di oggi e si è presa un podio, seppur ancora parziale, che sembrava ormai perso. Si vede che è ‘tirata’ al punto giusto, si vede che è indomita, che quando scatta fa male, si vede il colpo d’occhio e lo sguardodei giorni belli nascosto dagli occhialoni. Ad Imola si corre su un bel circuito: 28.8 km con arrivo in autodromo (nel senso opposto a quello classico, ovvero raggiungendo il traguardo dalla Curva del Tamburello) ma con due erte toste. La prima è la salita di Mazzolano: 2,8 km con una pendenza media del 5,9% e massime del 13%. Il secondo strappo è quello di Cima Gallisterna, di lunghezza simile a Mazzolano ma con picchi di pendenza al 14% che vanno a completare una media di 6,4% per 174 m di dislivello totale. Il tutto da ripetere 5 volte per 148 km ed un dislivello di 2800 metri. Roba da gente tosta. E Filippo Ganna? Anche lui va che è un piacere: nella cronometro della Tirreno Adriatico che ha chiuso la corsa dei due mari(dove è stata un ottimo coequipier di Geraint Thomas) ha stravinto, cancellando il record di Cancellara (suo idolo da ragazzino) sul medesimo tracciato rifilando 18 secondi a Victor Campenaerts e 28 all’iridato uscente Rohan Dennis, due che si giocheranno con il vignonese e qualche altro (attenzione a quelli che arrivano da Tour; Roglic, Dumoulin, Kung) il titolo iridato sui 31,7 km  di percorso con 200 metri di dislivello; lunghi rettilinei dove uno specialista puro come Pippo, con quel suo passo accattivante, elegante e potente, potrà mettere in risalto le proprie doti. Insomma da qui a dire che Imola sarà una vendemmia nostrana ce ne passa; conosciamo lo sport ed il ciclismo per non considerare centomila fattori positivi e negativi e ci lasciamo prendere da quella puntina di scaramanzia che non fa mai male ma una cosa ci sentiamo di dirla: Filippo da Vignone ed Elisa da Ornavasso hanno una condizione di forma davvero ottima che forse verso un mondiale non si era mai vista. Un’ultima considerazione; quelli imolesi saranno ‘mondialini’, limitati a cronometro e gare in linea femminili e maschili solo per elite, non correranno dunque Under e Juniores; ci sarebbe però piaciuto vedere Francesca Barale su questo percorso; salite da selezione naturale che non crediamo patirebbe e con il suo spunto veloce avrebbe fatto bene. Verranno anche i suoi tempi.  

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa