logo1

Aigle-Martigny 2020, il prossimo mondiale nel vicino Vallese…

martigny2020 circuitoNiente Giro e niente Giro Rosa nel Vco ma nel 2020 e mondiali di ciclismo su strada si correranno nella Vallese tra Aigle e Martigny, facilmente raggiungibili dal Vco in auto o in treno, percorsi molto belli; cronometro da specialisti e corse in linea che si annunciano molto dure…

Non ci sarà il Giro d’Italia nel Vco e nemmeno il Giro Rosa (tutto nel centro sud) ma gli appassionati nel 2020 avranno la possibilità di poter seguire, non lontano da casa, nientemeno che i Campionati Mondiali di ciclismo su strada. L’Uci infatti ha presentato da tempo le location delle prossime edizioni delle kermesse iridate ed il 2020 vedrà le maglie iridate in Svizzera, nel Vallese e successivamente 2021 in Belgio nelle Fiandre, nel 2022 in Australia a Wollongong, nel 2023 si andrà in Francia con la prima edizione del ‘supermondiale’ che accoglierà anche pista e fuoristrada (e che poi riavverrà a cadenza quadriennale), nel 2024 si tornerà in Svizzera nello zurighese e per il 2025 c’è la candidatura del Rwanda. Aigle e Martigny, un due orette di macchina dalle nostre zone ma località facilmente raggiungibili in treno da Domodossola) saranno rispettivamente partenza ed arrivi di quasi tutte le prove. Come si è giunti ad avere un mondiale elvetico dopo Lugano 96 e Mendrisio 2009 è noto: la candidatura di Vicenza era praticamente stata accettata dall’Uci ma al momento di ratificare sono mancati i fondi economici che hanno portato ad abortire il progetto di un bel tracciato con il via da Venezia e l’arrivo in centro dopo il circuito che prevedeva lo strappo di Monte Berico. Nulla da fare, tutti a Martigny. I percorsi? Belli, bellissimi: cronometro pianeggianti e da specialisti lungo le strade della Piana del Rodano e tracciati della gare in linea che fanno presagire per il mondiale di Martigny un posto tra quelli più duri della storia insieme a Sallanches 80 (Hinault), Duitama 95 (Olano) e Innsbruck 2018 (Valverde). Dopo il via da Aigle le corse arriveranno sul circuito di Martigny (arrivo in zona Expo) per affrontare i 4 km della salita della Petit Forclaz (7 volte per i professionisti). Uno come Filippo Ganna potrà difendere il podio ottenuto ieri in una prova a lui più congeniale anche se più corta, Elisa Longo Borghini ha la classe per poter essere competitiva anche su un tracciato duro come quello elvetico e non dimentichiamo Francesca Barale che a nostro modo di vedere, da juniores, potrà essere anche in gara e fare bene su salite del genere ma non solo loro. Insomma c’è prima da finire la kermesse mondiale del 2019 in Yorkshire ma un mondiale come quello del 2020 pungola già ora tifosi ed appassionati…

GT

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

Sport

Domenica, 25 Ottobre 2020
Borgosesia pareggia, crollo Legnano
Domenica, 25 Ottobre 2020
Il Gozzano ci ha preso gusto
Domenica, 25 Ottobre 2020
Lo Stresa all'inglese sul Trino
Domenica, 25 Ottobre 2020
La Juve Domo beffata

Pubblicità-sport

loghi sport

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa