logo1

Una Poli Opposti troppo bella per essere vera!

Una Poli Opposti da stropicciarsi gli occhi. Demolita e dominata Aosta nello scontro al vertice

Dominante: è probabilmente questo il termine più adatto per descrivere l’ultima prestazione della Poliopposti Findomo Cestistica Domodossola, che nella sua prima uscita casalinga del 2020 ha surclassato la capolista Etelia Aosta 100-56. La formazione del presidente Santopolo ha disputato una gara ai limiti della perfezione, per costruzione del gioco offensivo, con percentuali al tiro pesante che parla di un 19 su 36 da tre punti monumentate, e per una grande applicazione difensiva (concessi meno di 60 punti). Un risultata che acquista ancora più valore se si tiene considerazione del fatto che Aosta aveva vinto prima di ieri sera 11 delle 13 partite disputate e che con 61 punti subiti di media è la miglior difesa del campionato. Il primo quarto vede gli ossolani partire forte, con la mano subito calda dietro l’arco dei tre punti. Gli ospiti tentano di restare in scia dei granata sfruttando il proprio gioco, fatto di fisicità e punti nel pitturato, ma Domodossola continua a spingere. Dopo il 54-29 di fine secondo tempo, il motore domese continua a girare a pieno ritmo, aggiungendo qualità anche nella fase difensiva. Il quarto quarto è pura Accademia per i ragazzi di coach Marchi e una festa per tutto un PalaRaccagni ancora una volta tutto esaurito, che può applaudire i 28 punti di capitan Cerutti, Baldini autore di 17 punti e 7 rimbalzi, la doppia-doppia di De Tomasi da 18 punti e 13 assist, quella sfiorata da Donaddio con 15 punti e 9 rimbalzi e le prestazioni fondamentali di Nagini, Maestrone e Ranzani. Finale 100-56 e Cestistica che mantiene intanto il suo terzo posto in classifica in solitaria.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa