logo1

Masera, la final four è tua!

Missione compiuta: il Masera batte la Calvarese e conquista con merito la final four che mette in palio il ritorno in serie A. Grande impresa per i ragazzi del dt Girlanda e del presidente Corbelli

bocce masera

Sabato scorso, sui campi del bocciodromo coperto di Domodossola, un grande Masera ha affrontato e sconfitto senza alcun dubbio di sorte la seconda in classifica e cioè la Calvarese, squadra ligure; la panchina degli Ossolani non nasconde affatto la propria convinzione di riuscire ad agguantare quanto perso lo scorso anno sui campi di Noventa di Piave e cioè la serie A.

Veniamo all’incontro di sabato che si è svolto in un bocciodromo gremito di gente per vedere l’incontro che poteva e doveva essere decisivo per gli azzurri del presidente Gianfranco Corbelli; il ct del Masera Graziano Girlanda mette in campo contro i liguri la classica formazione e da subito pare avere ragione; Carlo Negro non si smentisce e nel combinato individuale sconfigge seccamente il grande Lino Bruzzone, più volte campione del mondo, per 26 a 20, segue a breve la vittoria di Ivan Della Piazza per 13 a 7 contro Canepa, nulla da fare invece nella coppia dove Fabrizio Daghero e Claudio Ragozza vengono battuti dall’ex di turno Antonio Ravera in coppia con Basso. La quadretta con Alfredo Bagnasco, Pietro Mariolini, Stefano Frattoni e Stefano Mellerio ottiene un pareggio in una partita che dapprima sembra a suo vantaggio e successivamente sembra prendere una bruttissima piega con il punteggio che dal 6 a 1 passa a 6 a 8, infine un errore in bocciata di Bagnasco permette ai liguri di pareggiare 9 a 9 e collocare il parziale sul 5 a 3 per il Masera.

La parte centrale dell’incontro è ancora una volta decisamente a favore del Masera che dispone di corse molto valide, Alessandro Ortolano e Paolo Allora raggiungono un buon punteggio (46 colpite su 55 tirate) e battono Crovo e Foppiano, subito dopo nel tiro di precisione Negro sconfigge Ravera per 13 a 9 ed ancora Ortolano mette alle corde Foppiano per 36 a 32 nel tiro progressivo; gli Ossolani prendono letteralmente il volo portando il punteggio parziale sul 11 a 3 con il pareggio dell’incontro già in tasca.

Ultimo giro di partite tradizionali, da subito il combinato a coppie con i giovani Andrea Mellerio e Paolo Allora non sembrano poter essere impensieriti dalla coppia avversaria, infatti è loro la prima vittoria quella che assegna al Masera il primo posto assoluto in classifica e lo posiziona a Loano con una giornata di anticipo sula fine del campionato, 36 a 28 il risultato della partita. La coppia con Bagnasco e Mariolini e la terna con Daghero, Della Piazza e Mellerio faticano un po' di più ma alla fine portano a casa entrambi i 2 punti della partita ma l’incontro più interessante è l’individuale tra Carlo Negro e Antonio Ravera che vedeva quest’ultimo decisamente avanti con il punteggio ma veniva poi raggiunto dal giocatore del Masera che terminava poi con un pareggio per 11 a 11. Risultato finale dell’incontro 18 a 4 che non lascia spazio a dubbi, ora il Masera che dovrà affrontare l’ultima giornata a Rosta, è primo a 13 punti, seconde 3 società a 10 Rosta, Calvarese che ospiterà la Beinettese e Chiavarese che sabato 18 giocherà sui campi Aostani.

Nella fase finale il Masera dovrà affrontare i Veneti della Quadrifoglio capitanati da Francesco Feruglio, mentre Belluno affronterà la seconda classificata del girone ovest che per l’appunto si deciderà sabato 18 marzo.

Riguardo l’attività locale segnaliamo l’inizio della gara notturna a coppie organizzata dalla Concordia in memoria del suo grande presidente appena mancato Vladimiro Ruga, ottima la partecipazione con 47 formazioni al via divise nelle due categorie, la gara si svolgerà con il sistema a poule e si giocherà nelle serate di lunedì, mercoledì e venerdì per permettere nelle altre giornate l’allenamento del Masera.

L’ultima notizia relativa al mondo boccistico riguarda le votazioni che si svolgeranno sabato 11 marzo a Verona nelle quali si deciderà il futuro presidente Nazionale tra quello attuale, che da ben 24 anni dirige la Federazione, Romolo Rizzoli e un nuovo candidato Giunio De Sanctis attualmente segretario generale del C.I.P., Comitato Italiano Paralimpico.

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa