logo1

Il Possaccio va in fuga

Non si ferma la marcia del Possaccio, che batte anche il Boville ed allunga in vetta alla classifica del campionato

A metà gara il presidente, sponsor, Direttore Tecnico, allenatore e factotum del Boville, Giulio Arcangeli, non crede ai suoi occhi. La sua squadra che negli ultimi 5 anni ha vinto 3 volte lo scudetto sta perdendo 1 a 3 da Possaccio. Arcangeli richiama tutti i suoi nello spogliatoio del bocciodromo verbanese e le sue grida si sentono dalla gran distanza.

 

“Ma questi allora fanno davvero sul serio”, aveva di certo pensato in precedenza assistendo alle due gare di terna vinte entrambe 8 a 1 dal preciso Roberto Signorini, dal perfetto jolly Max Chiappella e dall’infallibile tiratore Scicchitano contro i vari Nanni, Palma, Facciolo, Santucci e Natale, questi ultimi due subentrati inultilmente nel corso della seconda sfida. Poco si era consolato per le due individuali, la prima peraltro vinta per 8 a 4 dal suo Giuliano di Nicola, uno dei più forti giocatori italiani, battuto però 8 a 6 nella seconda sfida da un Cristian Andreani tanto silenzioso quanto efficace nella rimonta, con un perfetto cambio di tattica sul posizionamento del pallino.

 

Sfuriata del resto inutile: sì, Boville alla ripresa rimedia un altro punto grazie a Nanni e Palma contro Signorini e Scicchitano, poi gli stessi laziali - a gara già vinta dal Possaccio - perdono il secondo set 8 a 5 dai subentrati Chiappela e Roberto Turuani. Perchè nel frattempo sull’altro campo Nando Paone e Christian Andreani non concedono che le briciole, inesorabili contro Di Nicola e Luca Santucci, battuti prima per 8 a 2 e poi per 8 a 1.

 

Ne viene fuori per la capolista del presidente Mazzolini un 6 a 2 finale che non lascia spazio a recriminazioni da parte degli ex campioni d’Italia. In classifica i punti sono 20 contro i 15 di Fossombrone e della stessa Boville. Fuga per la Vittoria ? La supremazia per ora è evidente. Ma ascoltiamo il D.S. Sergio Tosi e il capitano Max Chiappella. Dice Tosi: “Risultato che sembra facile facile ma non è stato così, loro sono molto forti, abbiamo dovuto combattere fino all’ultima boccia”. Aggiunge Max Chiappella: “Il presidente parlava di una tranquilla salvezza, adesso non possiamo più nasconderci, dobbiamo provare a fare sempre risultato in trasferta, dove i campi nascondono grandi insidie”.

 

Sabato prossimo Possaccio vola in Sardegna, su campi difficilissimi, contro Cagliari, battuto all’andata per 7 a 1. Non sarà così facile stavolta, ma nemmeno impossibile...

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa