logo1

Traffico Nlm torna ai livelli pre Covid

Circa due milioni i passeggeri e oltre 200.000 i veicoli: sono i numeri della Navigazione Lago Maggiore fino al 30 agosto

Circa due milioni i passeggeri e oltre 200.000 i veicoli: sono i numeri, aggiornati al 31 agosto, della Navigazione Lago Maggiore. Sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa a bordo della motonave Zeda. Dati in linea con l’analogo periodo della stagione 2019 e che confermano l’incidenza della percentuale del traffico pendolare al 33%.  
Illustrati anche i progetti futuri a cominciare dall'investimento in chiave ecologica: 
“Per propria natura istituzionale – ha detto Donato Liguori Gestore Governativo dell’Ente – Navigazione Laghi ha come obiettivo quello di effettuare un servizio di trasporto pubblico di linea che possa soddisfare le esigenze di mobilità dei propri utenti. Vogliamo offrire un trasporto efficiente e confortevole ma che sia altresì sostenibile sia da un punto di vista economico sia da un punto di vista sociale ovvero che risponda da un lato alle esigenze reali dei cittadini, migliorando il altresì il comfort di bordo e l’accesso al servizio con una politica tariffaria ad hoc, e dall’altro riduca le emissioni in atmosfera, con il progressivo utilizzo di motori e soluzioni tecnologiche di minor impatto ambientale.  Per questo abbiamo sottoposto al Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili un ambizioso piano di investimenti di centinaia di milioni di Euro, da attuare sui tre laghi per l’efficientamento della flotta e delle infrastrutture.”  
Sul lago Maggiore, soltanto nei primi 8 mesi del 2022, le prime due navi ibride introdotte in servizio, la M/n Topazio e San Cristoforo, rientrata dopo un importante intervento di refitting, hanno consentito un risparmio di 100.000 lt di carburante. Un ulteriore dato illustrato, sono le 190.000 tonnellate di CO2 che non sono state immesse in atmosfera dalla sola S. Cristoforo in servizio traghetto tra Intra e Laveno.  
Il Direttore di Esercizio Riccardo Russo ha riferito come, dopo le difficoltà della scorsa primavera, dovute altresì ad una programmazione del servizio calibrata tenendo in considerazione le assenze del personale per il mancato possesso del green pass, all’epoca necessario per accedere alle attività lavorative, i mesi estivi si sono rivelati di elevato traffico passeggeri, segnale di una significativa ripresa del settore.  
Dal 13 giugno infatti, il servizio è stato riprogrammato con 78 corse tra Intra e Laveno dalle 5 del mattino fino alla mezzanotte ed una intensificazione della frequenza negli orari di punta, utili a studenti e pendolari.  
Dal prossimo 3 ottobre, con il termine dell’attuale programmazione di esercizio, l’orario del servizio traghetto risulta confermato, esattamente come quello in vigore, per tutta la prossima stagione invernale e si aggiungerà ai collegamenti battello Arona-Angera, Luino-Cannero-Cannobio e Stresa-Isole-Intra, questi ultimi ulteriormente intensificati nella frequenza del fine settimana fino agli inizi di novembre, e ciò in concomitanza con l’apertura delle Isole Borromee.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa