logo1

Arona, sanzioni a chi abbandona i rifiuti

Le foto trappole presenti in città hanno permesso di invidiare i responsabili


I responsabili di abbandono di rifiuti in città sono stati individuati grazie alle foto-trappole e saranno sanzionati. Lo ha comunicato ufficialmente il sindaco, Federico Monti. <Finalmente li abbiamo pizzicati, sono entrate in funzione le foto-trappole in centro storico e in altri luoghi della città. Sono stati fotografati, identificati e verranno convocati in comune per ricevere un richiamo verbale sul senso civico, e su cosa non bisogna fare: l’abbandono di sacchetti nei contenitori per i rifiuti, che non sono assolutamente idonei alla raccolta dell’umido, e di altri generi di immondizia. La cosa incomprensibile, è che si tratta di residenti, ed anche adulti, che dovrebbero conoscere le regole di una buona convivenza con il prossimo>. Le parole del Primo cittadino che ha aggiunto:<Non si rendono conto che l’abbandono dei rifiuti, presuppone poi una raccolta extra, che successivamente graverà su tutti i cittadini rispettosi delle regole, ma anche su di loro, che naturalmente pagano la Tari come tutti gli altri. È assurdo dover arrivare a sanzionare residenti, che dovrebbero avere a cuore il decoro della propria città, siamo una città turistica, che ospita migliaia di persone, e questa modalità irrispettosa non è un buon biglietto da visita. Verranno sanzionati, cosa che dispiace, specialmente in questo momento di difficoltà per tutti, ma evidentemente è l’unico modo per far capire cosa non bisogna fare>, ha concluso il sindaco Monti. Ancora venerdì scorso due sacchi colmi di immondizia non differenziata sono stati abbandonati all’incrocio tra le vie Moncucco e Tagliamento, il sindaco Monti è intervenuto con il personale opportuno per verificare se dai rifiuti era possibile risalire ai responsabili dell’abbandono.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa