logo1

Torna il Gran galà della Danza domenica 3 luglio alle 21 al teatro Maggiore di Verbania

Spettacolo "Un mondo che danza" della Fondazione Egri per la Danza diretta da Susanna Egri e Raphael Bianco

Torna il Gran galà della Danza domenica 3 luglio alle 21 al teatro Maggiore di Verbania. Con lo spettacolo "Un mondo che danza" della Fondazione Egri per la Danza diretta da Susanna Egri e Raphael Bianco.

L' ampio programma vuole rappresentare questa disciplina artistica con le sue molteplici sfaccettature, i suoi stili e le sue innumerevoli dimensioni (sociale, formativa, professionale e folkloristica); una serata pensata non solo per gli appassionati ma anche per avvicinare nuovi pubblici a questa straordinaria arte performativa.

“Incontriamo il territorio ed i giovani anche grazie allo stage estivo che precede questo Gala e soprattutto, lavoriamo con loro per condividere un momento performativo in scena con la suite dal Don Chisciotte rimasta sospesa causa pandemia - commenta Raphael Bianco sulla serata a Verbania - Per la prima volta ho voluto dare un titolo: Un mondo che danza. Per celebrare in questo spettacolo l’armonia fra i popoli in un momento di forte inquietudine internazionale”.

In apertura di serata proprio gli estratti del Don Chisciotte.

Per la danza moderna e contemporanea, nella sua dimensione ludica e gioiosa, sarà sul palco la Compagnia EgriBiancoDanza che presenterà alcuni fra i più importanti lavori coreografici che negli ultimi anni sono stati inseriti nei cartelloni di festival e rassegne nazionali e internazionali.

Citiamo ad esempio Beyond Water Borders, un inno alla pace tra i popoli e il balletto neoclassico Jeux ideato da Susanna Egri.

Non potrà infine mancare il grande repertorio classico con ospiti d’eccezione: Elisa Cipriani e Luca Condello, danzatori storici dell’Arena di Verona, che presenteranno due balletti su musiche di Tchaikovsky: un pas de deux da Lo Schiaccianoci rivisitato e lo struggente assolo della Morte del cigno nella sua versione originale.

A completare la serata, per valorizzare anche gli aspetti etnici e sociali della danza, la presenza di Serge Antounkouou Some, danzatore del Balletto Nazionale del Burkina.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa