logo1

Guido Onor ha reso pubbliche le sue memorie di sport e di vita

Aronese, calciatore di Juventus, Lazio, Monza, Livorno, Messina, Mantova e Salernitana prima di ritornare al Monte Zeda, dove aveva dato i prima calci

Guido Onor ha reso pubbliche le sue memorie di sport e di vita. Aronese, calciatore di Juventus,
Lazio, Monza, Livorno, Messina, Mantova e Salernitana prima di ritornare al Monte Zeda, dove
aveva dato i prima calci. Esordio in serie A insieme a Franco Causio, con il quale divideva la
camera, quindi la Coppa dei Campioni e sfiorata la vittoria finale. Era allenato da Eriberto Herrera.
Nel suo libro, “Senza fiato”, racconta come con i primi premi partita ha acquistato una Fiat 600 per
il papà: <Sono andato da Giampiero Boniperti, il presidente, e gli ho chiesto “Vorrei comperare
un’auto al mio papà!” Non ha voluto quelle 600 mila lire, me le ha rimesse in tasca, e ci ha fatto
trovare l’auto nuova fiammante in concessionaria. Così, con quei soldi, ho comperato una camera
da letto per mamma>. Diversi però sono gli aneddoti curiosi che il libro autobiografico, curato da
Fabrizio Gigo, riporta. Come il viaggio di nozze con la moglie Franca: <Mi allenavo tutti i giorni
per non perdere la forma>. La sua attività calcistica inizia dal lavarsi la maglietta, metterla a stirare
sotto il materasso, portarsi da casa il pallone di cuoio per giocare. Poi il Nag nelle giovanili
dell’Arona e il grande salto alla Juventus, afferma: <Quando ho ricevuto la lettera di convocazione,
che custodisco gelosamente come un cimelio, non ci credevo, pensavo ad uno scherzo. Ho fatto
telefonare da un amico ai dirigenti della Juve che hanno confermato che ero diventato un loro
giocatore>. Per i suoi 70 anni l’augurio più speciale glielo ha inviato con un whatsapp Giorgio
Chiellini. Proprio Chiellini gli ha presentato allo stadio Cristiano Ronaldo dicendo:<Questo ha
giocato nella Juventus molto prima di te!> E il pallone d’Oro di rimando <Chi è?> Il capitano:
<Onor!>. Il brasiliano chiede:<Onor... spagnolo?>. Chiellini:<No! Originario di Treviso>. In
un’Aula Magna gremita il campione aronese ha presentato un libro che racchiude la tutta sua
carriera, vita e sport. F.F.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa