logo1

Sono sette i comuni dell’Aronese che andranno al voto per le Amministrative

Cinque per scadenza naturale e due per dimissioni dei consiglieri e relativo commissariamento

Sono sette i comuni dell’Aronese che andranno al voto per le Amministrative del 3 e 4 ottobre.
Cinque per scadenza naturale e due per dimissioni dei consiglieri e relativo commissariamento.
A Borgo Ticino, giunto al termine del suo primo mandato Alessandro Marchese, tecnico comunale
con attività in altri comuni, si ricandida per un nuovo quinquennio, alla guida della lista “Borgo
Insieme”. Una sola lista in paese, per cui Marchese dovrà auspicare che vada ai seggi il 50 % più
uno degli aventi diritto al voto. Diversamente la guida del Borgo passerà al commissario.
A Comignago la disputa è tra il nipote dell’uscente Piero David, Andrea Zonca, già sindaco di
Gattico, alla guida della lista “Insieme per Comignago”, con il neo candidato della civica “Vivere
Comignago”, Danilo Potenza.
A Dormelletto il sindaco uscente Lorena Vedovato, Guida “Il paese Che VogliAmo” dovrà vedersela
con Clara Poggi a capo di una civica denominata “Innovazione & Tradizione”.
A Nebbiuno c’è l’uscente Elis Piaterra della lista storica “Leali per Nebbiuno”. Suoi avversari sono
Attilio Fornara del gruppo “La Rinascita” e Fabrizio Favino che è a capo della lista “Obiettivo
comune”.
Anche a Pombia gli elettori sono chiamati alle urne per eleggere il nuovo consiglio comunale.
Giovanni Grazioli, sindaco uscente non si è candidato. Gli elettori sono chiamati a scegliere tra
Nicola Arlunno di “Per Pombia” e Alberto Pilone, già sindaco di Varallo e ancor prima di Pombia
per la lista “Pombia nel cuore”.
A Varallo per il mandato 2021 - 2026 c’è molta incertezza nelle previsioni, tre le liste dopo il
periodo di commissariamento per la caduta del governo Pilone. In lizza “Varallo Pombia Insieme”
con candidato Joshua Carlomagno, “Progetto Varallo Pombia” con Sergio Praderio e “Per Varallo
Pombia” candidato Danilo Gorla.
A Lesa, dopo il periodo di commissariamento, si ripresenta Aloma Rezzaro a capo di “Lesa
Riparte”, Roberta Del Plato, sino ad un paio di mesi fa leader dell’opposizione si ripresenta per
“Voltiamo pagina”. Dovranno però fare i conti con Luca Bona, già presidente della Provincia di
Novara, che guida la “Lista civica per Lesa”
Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa